BORNO – Val Lala, il Comune vuole fare un passo indietro

0

Il comune di Borno ha in progetto di costruire centraline idroelettriche su due corsi d’acqua in Val Cala ed in Val Lala. Mentre la prima è di proprietà del Comune, che realizzerà la centralina non appena disporrà di risorse adeguate, problemi si pongono per la seconda.

??????????L’amministrazione precedente aveva presentato in Provincia il progetto per lo sfruttamento energetico del torrente, ma il piano comunale era stato presentato dopo quello presentato da un privato, la Energia srl, e senza che in bilancio fossero stati inseriti i 10mila euro necessari per l’avvio dell’iter.

La nuova giunta, guidata dalla sindaco Vera Magnolini, ha cercato di raccimulare i 10mila euro proponendo una fideiussione, che però ha incassato il no del Broletto. A malincuore, quindi, il Comune fa un passo indietro. “Avremmo rischiato di perdere quei diecimila euro che nemmeno avevamo e di metterci in concorrenza con una realtà che aveva sicuramente presentato un progetto migliore avendo capitale da investire”, ha spiegato il primo cittadino.

Probabilmente il Comune approderà ad una convenzione con la Energia srl: questa rimborserà i 15.900 euro di spese progettuali, riconoscendo immediatamente al Comune 10mila euro. Poi, una volta ottenuta l’autorizzazione unica, ne verserà altrettanti, e dal primo anno di produzione di energia e per trent’anni il Comune incasserà una royalty del 7,5% sull’introito lordo, oltre al valore delle aree e delle servitù di passaggio.

L’accordo con Energia srl è stato discusso in consiglio e in tale sede sono sorte numerose polemiche.