BRESCIA – Antropologia, lezioni in Colori e Sapori per capire la società

0

La società è ormai da decenni al centro di profonde trasformazioni strutturali a causa dei processi di globalizzazione che riguardano l’intero continente europeo. Attraverso questo corso di Antropologia si è deciso di iniziare un percorso di riflessione cercando dei nuovi strumenti concettuali che vadano oltre l’analisi politica oppure economica della situazione attuale. In questa direzione ci si è rivolti all’antropologia culturale in quanto la globalizzazione va oltre questioni importanti e complesse come lo spread o le percentuali del PNL. La propria vita quotidiana è mutata radicalmente e in particolare, dentro di essa, quella dimensione costitutiva fondamentale dell’essere umano che è il lavoro produttivo.

AntropologiaDa sempre il lavoro è uno dei fattori che definiscono l’identità individuale e culturale della persona. La globalizzazione sta trasformando tutto questo. Altrettanto da sempre l’antropologia culturale si occupa di che cosa è e come cambia l’identità culturale di una popolazione. Quindi, partendo da questi due presupposti, si è deciso di rivolgersi a degli antropologi di professione che hanno dedicato la loro vita allo studio etnografico della cultura. Chiedendo a loro di parlare di come i nuovi scenari del lavoro, sempre più precario, scarso e mal retribuito, influenzano la propria identità culturale di cittadini e il modo di essere nel mondo.

13 febbraio: Politiche di marginalizzazione e pratiche di cittadinanza. Un punto di vista antropologico sulle globalizzazioni. Prof. Roberto Malighetti, professore ordinario di Antropologia culturale all’Università Bicocca di Milano;

20 febbraio: Donne e lavoro nelle comunità alpine. Dottoressa Michela Zucca, antropologa, esperta in cultura popolare, storia e delle donne e analisi dell’immaginario;

27 febbraio: Cultura del post-fordismo, identità culturale e nuove forme del lavoro. Prof. Marco Traversari, docente di filosofia e cultore della materia in antropologia culturale allo IULM e all’Università Statale di Milano Bicocca;

6 marzo: Il lavoro in gioco. L’azzardo di massa come modello e come fine. Prof. Marco Dotti, docente in Professioni dell’editoria, giornalista di Vita Comunicazione, curatore della collana Vita per Feltrinelli;

13 marzo: Memoria operaia e identità culturale: una ricerca alla Greco Pirelli di Sesto San Giovanni. Dottor Luca Rimoldi, antropologo del lavoro;

20 marzo: La cultura della precarietà. Dott. Marco Traversari, docente di filosofia e cultore della materia in antropologia culturale allo Iulm e Università Statale di Milano Bicocca.