NAVE – Furti in casa e nei negozi. Tutti i consigli per evitare sorprese

0

Anche a Nave negli ultimi mesi si sono verificati numerosi furti in abitazioni ed esercizi commerciali. Nonostante le statistiche documentino che il numero complessivo dei furti, negli ultimi anni, nel Comune non è aumentato, è chiaro però che ogni singolo reato, in una casa piuttosto che in un negozio è un dramma per chi lo subisce e una ferita per tutta la comunità. Per tentare di arginare il fenomeno, il Comune, con le istituzioni, ha adottato varie misure.

Furti casaPotenziamento pattuglie
Sono stati potenziati i servizi di pattugliamento sia da parte dei carabinieri che della Polizia locale, concentrate in particolare negli orari in cui si verificano di solito i furti.

Gestione segnalazioni/ informazioni
A tutti i cittadini che notino situazioni sospette (auto o persone mai viste ecc.) possono segnalare alla Polizia locale di Nave (030.2537404-409 e 339.7777763), ai carabinieri di Nave allo 030.2530138 e ai numeri di emergenza 112, 113 e 117.

Videosorveglianza veicoli sospetti
Il Comune ha aderito al progetto sovracomunale (in collaborazione con la Comunità montana, i carabinieri di Gardone e la Prefettura) per l’attivazione – nell’arco di pochi mesi – di un innovativo sistema di videosorveglianza sulle strade di accesso alla Valtrompia e alla Valle del Garza: il sistema consentirà di individuare veicoli rubati o sospetti che entrano nel territorio di Nave e l’adozione tempestiva di misure preventive.

Inoltre per garantire una più efficace presenza delle forze dell’ordine, dal febbraio del 2012 il comando della Polizia locale è stato spostato nel centro ed è in fase di progettazione l’ampliamento della caserma dei Carabinieri.

Alcune informazioni ed utili consigli
Le effrazioni avvengono principalmente tra le 16 e le 20, colpiscono soprattutto singole case e (solitamente di notte) anche i negozi. Oltre a ricordare le precauzioni (chiudere sempre a chiave, chiudere le imposte anche ai piani superiori ecc.) ecco alcuni accorgimenti (altri sono sul sito internet dei carabinieri).
– Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato;
– Ogni volta che uscite di casa, anche per brevi assenze, ricordate di attivare l’allarme;
– Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o TV/radio in modo da mostrare all’esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono essere programmati per l’accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti;
– Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è “siamo assenti”, ma “in questo momento non possiamo rispondere”;
– Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all’ingresso;
– Nel caso in cui vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non entrate in casa e chiamate immediatamente il 112, il 113 o il 117.