MILANO – Balotelli, la verità in un tweet: “Pia, sweet child of mine!”

0

“Finalmente la verità. PIA. Mia dolce figlia! Il tuo papà”.

balotelli_pia_tweetUn tweet anglofono che più che un cinguettio, considerando il milione e settecentonovantamila follwers del calciatore, pare un urlo.
Pia, la bambina di Raffaella Fico, ha un padre. E nemmeno troppo sorprendente. Mario Balotelli, naturalmente.

Dopo un tiro alla fune che dura dall’estate del 2012, SuperMario Balotelli si è infatti sottoposto al test del DNA (prima ancora che il consulente nominato dal Tribunale di Brescia ordinasse la procedura: segno di maturazione?), terminando il percorso che inevitabilmente dovette intraprendere in seguito all’annuncio della gravidanza di Raffaella Fico durante gli Europei di calcio del 2012. Non si è dunque tirato indietro, né ha rimangiato la parola: “Mi assumerò la responsabilità quando avrò la prova della paternità”, aveva dichiarato.

Dalle sue parole sembra emergere, anche se ancora in un sussurro celato nella grandiosità dell’annuncio, il suo impegno. Citando i Guns n’Roses (alla vigilia del compleanno di Axl Rose, peraltro), il suo “Sweet child of mine” rivela tenerezza e affetto. Reazione inaspettata, se si ripensa al tira e molla con la Fico, che rimbalza da troppo tempo tra giornali e talk show. Cosa che, d’altra parte, Mario non ha mancato di rimarcare, puntando il dito senza giri di parole verso colei che ha ritenuto responsabile del teatrino televisivo che ha solo sfruttato una bambina senza (finora) padre: “E per favore qualcuno chiuda la bocca a Barbara D’Urso, che è da due anni che spara cazzate senza sapere o conoscere”. E ancora: “Il tempo passato a raccontare bugie su di me in TV e sui giornali a chi è servito? Ed a cosa?”.

Ora il processo si concluderà. Mario avrà diritti, ma anche doveri, nei confronti di Pia. Starà a lui dimostrare che la tenerezza di ieri non è momentanea, euforicamente transitoria. E ora, Fanny a parte, avrà un’altra donna nella sua vita.