LUMEZZANE – Louise Barbie “protagonista” anche nello shopping al centro

0

Proprio – di passare inosservata – non se ne parla neppure. In un ordinario e grigio lunedì di inizio febbraio, pioggia battente sui tetti e facce scure nei corridoi, al 1centro commerciale Arcadia di Lumezzane la gente comincia a chiedersi chi sia quella ragazza bionda – seduta ai tavoli del ristorante “Carpe Diem” – che consuma tranquillamente un menù a prezzo fisso, si pettina i lunghi capelli biondi e si specchia con insistenza. All’ora di apertura dei negozi inizia a passeggiare in galleria e ad osservare alcuni capi d’abbigliamento, alcuni pezzi di intimo, poi passa a farsi curare la ricostruzione unghie. Qualcuno la riconosce e ci avverte – in redazione – della sua presenza: è la Louise Barbie, la prima pornostar bresciana.

Oddio, la parola “pornostar” è – ancora – un tantino prematura. La ragazza ci sta provando e pare sulla rampa di lancio, ma da lì a diventare una star del porno ce ne passa.

L’occasione è ghiotta, la curiosità intorno al personaggio è tanta. Noi – di solito – ci occupiamo di economia e del mondo del lavoro, di quello delle imprese. Ma il nostro lavoro è anche quello di raccontare la vita delle persone, la normalità delle piccole cose quotidiane.

Non dobbiamo cadere nel tranello – sempre in agguato nel nostro mestiere – di fare i “radical chic”, quelli che si occupano solo di notizie importanti, di contenuti culturalmente inattaccabili.

E allora la “intercettiamo” nella galleria commerciale e la invitiamo in redazione. Dalla curiosità all’interesse il passo è breve. E la considerazione che gli articoli scritti su di lei hanno sempre riscosso grande attenzione ci spinge a farle una proposta “indecente”: un’intervista a più mani, condotta dalle nostre brave colleghe, che la sottoporranno a un fuoco di domande incrociate sulla sua vita e le sue scelte, sulla famiglia e sul mondo del porno.

Lei, tranquilla, acconsente e fissa la data dell’incontro: sabato 22 febbraio nella piazza del centro commerciale Arcadia, senza esitazioni.

L’intervista sarà diffusa attraverso la nostra webtv e sui nostri canali Facebook e Youtube e l’incontro sarà aperto al pubblico che – se lo vorrà – potrà porre liberamente tutte le domande desiderate.