LUMEZZANE – “Lock e Stock” di Guy Ritchie alle schegge di cinema

0

Mercoledì 5 febbraio, al Teatro Odeon di Lumezzane, è in programma “Lock & Stock” di Guy Ritchie, secondo appuntamento delle “Schegge di Cinema” a cura di Enrico Danesi. Gli incontri di approfondimento con i grandi film che hanno segnato la storia della cinematografia mondiale sono in calendario fino al 9 aprile, sempre di mercoledì e con inizio alle ore 20,30. L’ingresso è libero. La rassegna è proposta nell’ambito della stagione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane. “Lock & Stock. Pazzi scatenati” (Lock, Stock & Two Smoking Barrels, 106 min) segna nel 1998 l’esordio folgorante di Guy Ritchie, non ancora sposato alla popstar Madonna, non ancora campione d’incassi con il doppio Sherlock Holmes, ma che ha già in serbo di lì a poco la comicità al vetriolo di Snatch Lo strappo.

Lock e stockGirato a basso budget e diventato un cult in Inghilterra, “Lock & Stock” è un film divertente, dal ritmo davvero scatenato, dagli intrecci sorprendenti, con ambientazioni e personaggi che richiamano “Trainspotting” e citazioni da “Pulp fiction”. Quattro giovani londinesi tentano il colpo grosso sfidando a poker un boss della malavita. Ovviamente perdono tutto e si ritrovano a dover pagare una somma enorme, pena ritorsioni. Per onorare il debito pensano bene di organizzare una truffa ai danni di altri malavitosi, rapinatori professionisti. Incomincia una corsa frenetica…

Esordio per l’attore Jason Statham, nuovo re del cinema d’azione (Safe, I mercenari) e cameo di Sting, padre di uno dei quattro “pazzi scatenati” in cerca di guai. Nell’East End di Londra quattro amici (Bacon, Tom, Soap e Eddie) mettono in comune i risparmi per rifornire uno di loro che spera di battere a poker un boss malavitoso. Si ritroveranno in un mare di guai, coinvolgendo molta altra gente in un crescendo di equivoci, inseguimenti, incidenti violenti e scambi di ruolo. Tra farsa e gangster-movie, il lungometraggio che nel 1998 rivelò il talento da teddy boy di Guy Ritchie mette insieme ragazzi sprovveduti, professionisti del crimine, droga e molto denaro.

Il giovane ex pubblicitario si avviava a diventare regista di successo con Snatch lo strappo e due Sherlock Holmes, anche se nella sua carriera non mancherà qualche prova deludente come la scivolata sul remake della Wertmüller “Travolti da un insolito destino”, confezionato nel 2002 per Madonna, sua consorte dal 2000 al 2008.  Tra i quattro “pazzi scatenati” in cerca di guai figura Jason Statham, agli esordi nel ruolo di Bacon e ora star del cinema d’azione (Safe, I mercenari, Parker).