BRESCIA – Stipendi, nel 2013 aumentano solo dell’1,4%

0

Un incremento così contenuto dei salari medi non si è mai verificato da quando l’Istat ha inaugurato le sue serie storiche. In particolare, secondo le ultime rilevazioni dell”Istituto di statistica, nel mese di dicembre l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è rimasto invariato rispetto a novembre, mentre è aumentato solamente dell’1,3% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Nella media del 2013, invece, la retribuzione oraria è cresciuta dell’1,4% rispetto all’anno precedente.

stipendioNel dettaglio, tenendo in considerazione le retribuzioni contrattuali orarie di dicembre, si è determinato un incremento tendenziale dell’1,7% per i dipendenti del settore privato; per i dipendenti delle Pubbliche amministrazioni, invece, la variazione è stata pari a zero. Analizzando la situazione per settori, a dicembre gli incrementi tendenziali maggiori si sono verificati nelle telecomunicazioni (4,0%), nell’agricoltura (3,5%), nella metalmeccanica (2,3%).

A fine dicembre, inoltre, erano in attesa di rinnovo del contratto il 48,9% dei dipendenti nel totale dell’economia e il 34,0% nel settore privato. Mediamente, il totale dei dipendenti deve attendere 32,2 mesi per il rinnovo del contratto; per quelli del settore privato, la media è di 18,6 mesi.

Fonte: CGIA