BRESCIA – Saresera (Just Race) inizia il 2014 dal trofeo Suzuki

0

Per alcuni piloti bresciani il 2014 è già stato deciso. Questo è il caso del giovane Gianluca Saresera, portacolori della scuderia Just Race, forte della vittoria nel 2013 della classifica Under 23 del Trofeo Suzuki e del Trofeo Nazionale Rally. “Per quest’anno – dice – sarò impegnato sempre nel trofeo Suzuki ma con un modello Swift R1, di cui i primi esemplari verranno pronti a breve”. Il pilota bresciano debutterà il 23 febbraio al rally del Garda e disputerà la stagione in coppia con Debora Goi, la navigatrice già conosciuta lo scorso anno al rally del Friuli.

Saresera vincitore l'anno scorso
Saresera vincitore l’anno scorso

“Rifaccio il trofeo Suzuki, ma questa volta nel nuovo allestimento di gruppo R con 160 cavalli, motore 1600 cc aspirato. Il trofeo quest’anno è unito alle gare di Campionato Italiano Rally e si svolge sull’intero percorso e non solo su una tappa. Sono esclusi i rally del Ciocco, in quanto le macchine non saranno ancora pronte, e le gare di Sicilia e Sardegna. Se tutto va nella giusta direzione vorrei però partecipare anche a queste gare valevoli per il campionato R1 Italia e non solo per il trofeo Suzuki”.

La scelta del trofeo non è stata casuale in quanto il rapporto costi-premi è tra i migliori. Tra le gare in cui Saresera è chiamato a partecipare ce ne sono anche due su terra, dove il bresciano non ha alcun esperienza. “Appena la vettura preparata dalla carrozzeria europea Marco Soliani sarà pronta, penso di fare dei test anche sulla terra. Il campionato prevede due gare: San Marino e Adriatico”. Allo stato attuale pare che il Trofeo Suzuki sia tra i più partecipati e quindi l’impegno chiesto al bresciano, impegnato nell’azienda edile di famiglia, è fin da subito elevato.

Nel suo percorso triennale di gare, due con Suzuki e una con Renault Twingo, un importante aiuto per la maturazione è venuto da Luca Viviani, patron della scuderia di Roncadelle Just Race, che ha fatto da “chioccia” all’esuberante giovane. “I risultati sono stati ottimi – dice Viviani – e confido che vengano ripetuti anche quest’anno”.