BERGAMO – Parte la quinta edizione della rassegna “Al cuore dei conflitti”

0

Quinta edizione per la rassegna “Al cuore dei conflitti” che FIC-Federazione Italiana Cineforum e Laboratorio 80, in collaborazione con Lab 80 film, organizzano da mercoledì 5 a sabato 8 febbraio (www.alcuoredeiconflitti.it). Quattro serate, all’Auditorium di piazza Libertà, con cinque film che narrano i conflitti di diverse aree del pianeta: geopolitici, urbani, razziali, di classe.

Tre lungometraggi e due documentari, tutti in anteprima e tutti provenienti dai più prestigiosi festival italiani e internazionali, raccontano storie poco conosciute di Irlanda del Nord, Palestina, Bosnia e Indonesia. Quest’anno “Al cuore dei conflitti” esce dunque dall’Europa e assume un respiro più ampio, comprendendo due titoli dedicati alla realtà palestinese e un lungometraggio dedicato alla particolare storia degli anni Sessanta dell’Indonesia.

cinelatino_title

Il negozio di dischi della futura icona punk irlandese Terry Hooley, durante i troubles a Belfast negli anni Settanta, in Good Vibrations; il difficile tema dell’acqua nel contesto del conflitto israelo-palestinese in Water; la determinazione e i segreti di una donna che ha vissuto la guerra in Bosnia in Halimin Put; il genocidio mascherato da “caccia ai comunisti” del 1965 in Indonesia, nell’interpretazione degli stessi assassini, in The Act of Killing e, ancora, una giornata nella striscia di Gaza vissuta attraverso le vicende di soggetti diversi (un pescatore, un musicista, una giornalista, un fotografo, un contadino e i ragazzi del Parkour Team) in Striplife: sono questi i protagonisti della nuova edizione di “Al cuore dei conflitti”,rassegna che parte da Bergamo per poi fare tappa in diverse città italiane.

Ecco il programma completo: Programma