LUMEZZANE – Savino e Solfrizzi sono “Due di noi”, esaurito l’Odeon

0

Tutto esaurito per la coppia Savino e Solfrizzi che martedì 28 gennaio alle ore 20,45 (tutto esaurito) è attesa con lo spettacolo “Due di noi” programmato nell’ambito del cartellone del Teatro Odeon promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane. Per la terza stagione insieme, reduci da due anni di successi e di teatri sold out, Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi mettono a nudo sul palcoscenico i paradossi della vita di coppia. E’ una commedia brillante che nel 1970, a Londra, segnò l’esordio teatrale di Michael Frayn, futuro autore del famosissimo “Rumori fuori scena”. Il testo racchiude tre atti unici pensati per essere affidati a un’unica coppia di attori che interpretano tutti i personaggi.

Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino
Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino

Nel primo atto due coniugi col sistema nervoso messo alla corde dal figlioletto insonne tornano in vacanza a Venezia, dove avevano trascorso la luna di miele. Il confronto tra passato e presente è inevitabilmente comico, con una punta di amarezza. Nel secondo lo humor si fa graffiante. In una situazione dove la comunicazione di coppia è praticamente azzerata e l’uomo si è rinchiuso in un impenetrabile silenzio, la donna è ridotta a dialogare in modo surreale con il piede del consorte, l’unica parte del corpo che tradisce ancora qualche sprazzo emotivo. La chiusa – il terzo atto – è in crescendo, con un pezzo di assoluto virtuosismo drammaturgico e attorale. Marito e moglie si ritrovano a gestire una cena alla quale hanno invitato insieme, per sbaglio, un amico da poco separato e la sua ex col nuovo fidanzato. Per rimediare al pasticcio ne combineranno di tutti i colori. Qui il meccanismo comico è spinto al limite della farsa, con i due attori che in un frenetico gioco di entrate, uscite e travestimenti interpretano ben cinque ruoli diversi dando vita a un’irresistibile ridda di equivoci.

La regia di Leo Muscato ha adattato allo spirito italiano lo humor britannico di Frayn senza forzature, badando a mantenere intatte le potenzialità comiche delle pièce. La messa in scena è sorretta dalla versatile bravura dei due attori, noti al vasto pubblico grazie a fiction televisive di grande successo: lei popolarissima Cettina di “Un medico in famiglia”, lui stralunato e simpatico Paolo Giorgi in “Tutti pazzi per amore”. I due hanno in comune le origini pugliesi, Bari è la loro città natale, e la laurea al Dams di Bologna. Entrambi hanno esordito in teatro e le loro carriere cinematografiche si sono qualche volta incontrate, non senza riconoscimenti, quali le doppie candidature ai nastri d’argento per “Matrimoni” e “Liberate” i pesci di Cristina Comencini. Due di noi (Two of us) segnò l’esordio teatrale di Michael Frayn. Fu rappresentata per la prima volta a Londra nel 1970 quando Frayn era ancora un autore sconosciuto. Solo una decina d’anni dopo sarebbe diventato famoso in tutto il mondo grazie al successo di “Rumori fuori scena”. La commedia racchiude tre atti unici, concepiti per un’unica coppia d’attori che interpretano tutti i personaggi e descrive con graffiante umorismo l’universo dei rapporti coniugali.