BAGNOLO – Il Comune in soccorso delle imprese per la Tares

0

Trentaquattro mila euro a cui locali, è la cifra a cui ammonta il fondo straordinario creato dall’amministrazione di bagnolo, a cui potranno accedere bar e negozi per mitigare l’impatto della nuova tassa rifiuti.

cristina almici bagnolo“Con le decisioni prese dal governo su Imu e Tares – spiega il Sindaco Cristina Almrici – i Comuni si sono trovati nello scomodo ruolo di esattori, suscitando nella popolazione giuste lamentele. Da qui, il sostegno dell’Amministrazione che pure ha cercato di contenere al massimo gli aumenti delle tasse, sia per l’Imu sia per la Tares, subentrata alla Tarsu”. Il Comune ha quindi cercato, spiega ancora il primo cittadino di Bagnolo di non gravare troppo sulle utenze domestiche, ma ciò nonostante l’impatto di queste tasse su alcune categorie si è rivelato effettivamente pesante. Ecco spiegata la singolare iniziativa a cui gli esercenti potranno accedere fino al 31 gennaio rivolgendosi all’Ufficio Tecnico. “L’Amministrazione di Bagnolo – commenta Alessio Merigo, direttore generale di Confesercenti della Lombardia Orientale – ha ritenuto corretto offrire alle imprese, che già soffrono le pesanti conseguenze della perdurante crisi economica, la possibilità di accedere ad un contributo di supporto. a tale proposito Confesercenti auspica che la dotazione del fondo possa essere ulteriormente integrata”.