BRESCIA – La criminalità nel bresciano è una costante

0

Nel bresciano la criminalità continua ad essere un’emergenza, come testimoniato dai dati raccolti dal Ministero dell’Interno che registra le denunce di reato. Nel 2012 sono stati oltre 63mila i reati denunciati e sono stati quasi 4mila gli arresti.

Milano-e-Roma-capolista-nella-classifica-della-criminalità-638x425

 

Oltre la metà dei reati denunciati in provincia sono furti (51.6% del totale) e quelli più diffusi sono i furti in abitazione. Numerose anche le denunce per danneggiamento, truffa, frode informatica, ma anche mincacce, ingiurie, lesioni personali e percosse. Numerose anche le denunce in materia di rapine e sostanze stupefacenti. Per quanto riguarda gli omicidi, più della metà di quelli registrati sono stati determinati da incidenti stradali. In materia di violenza sessuale nel 2012 ci sono state 112 denunce, ma reati di questo tipo nella maggior parte dei casi non vengono denunciati. La dimensione dei dati oscuri potrebbe quindi essere considerevole.

Poche le denunce, nonostante il fenomeno sia diffuso nel bresciano, per sfruttamento della prostituzione. In materia di reati contro il patrimonio, spicca la ricettazione, ma non mancano denunce per estorsione, contraffazione di marchi e prodotti industriali, usura.