BRESCIA – Rifiuti, cambiato il regolamento Tares

0

Il Comune di Brescia ha avviato nei giorni scorsi un tavolo di discussione con le associazioni di categoria dell’artigianato, commercio e impresa al fine di individuare, di comune accordo, le modifiche da apportare al regolamento sulla tassa dei rifiuti.

???????????????????????????????????????????

 

Le richieste avanzate da Ascom e Confesercenti che lamentavano l’iniquità dell’attuale sistema del calcolo della Tares hanno trovato ascolto. Il sindaco Emilio Del Bono s’è detto disponibile ad un confronto, spinto dalla volontà di lanciare un segnale forte ai cittadini, al fine di rendere più equo il sistema della tassazione dei rifiuti. Oltre a modificare l’attuale regolamento, il Comune intende studiare modalità per ridurre il peso della Tares e ventila l’idea di introdurre un fondo per le agevolazioni, del quale potranno fruire i contribuenti più virtuosi nella raccolta e nella differenziazione dei rifiuti.

Grazie ad una contrattazione fra Aprica ed il Comune, si è giunti ad una riduzione dei costi di smaltimento dei rifiuti (circa 200mila euro in meno), che si tradurrà in una tariffazione più favorevole ai contribuenti. Per garantire maggiore equità del sistema e un ulteriore alleggerimento dei costi, il primo cittadino ha spiegato che si farà di più. Le statistiche attuali, relative al peso dei rifiuti emessi dalle varie categorie merceologiche, sono vecchie di 10 anni, pertanto la Loggia intende procedere al loro aggiornamento al fine di poter disporre di dati oggettivi nel calibrare i criteri di tassazione. L’assessore alle Risorse Paolo Panteghini ha poi spiegato che da quest’anno, con l’arrivo della Tasi che andrà a sostituire la vecchia Tares, verrà meno la quota di versamento per il contributo statale, che gravava sui contribuenti per più di 4 milioni di euro in aggregato.