LUMEZZANE – Buone sensazioni dopo la prima amichevole per il Patarò

0

Tabellino

Patarò Lumezzane 7 – 12  Santa Margherita Valpolicella

Patarò Lumezzane: Masgoutiere (1’st Tamburri); Fazzari (1’ st S. Cavagna), Scaramella, Zaffino (1’ st Raza), Savardi, Locatelli (1’st Zubani), Cittadini (1’ st Cudicio); Cuello ( 1’ st Bellandi), Seminara (1’st Ghizzardi), Rizzotto (1’ st Bettinsoli); Scotuzzi (1’ st Bugatti), Montini; Peveroni (1’st Vitrani), Zoli (1’st Cairo), Cerri (1’st G. Cavagna). Allenatore: Michael Gosling.

Santa Margherita Valpolicella: Pacchera; Uteri, De Leo, Venturini, Cortina, Fierro, Zardini; Burati, Plano, Cimetti; Bianchi, Nicolis; Carraio, Ferraro, Ferrari. A disposizione: Russo, Persi, Previato, Frapporti, Stradiotti. Musso, Filippini. Allenatore:Alessandro Zanella

Arbitro: Mura

Marcatori: Pt: 7’ m Locatelli tr. Locatelli; St: 23’ m Stradiotti tr. Musso, 40’ m Buratti.

Note: fine pt: 7- 0; Spettatori:100;

Più che il risultato, una sconfitta di misura incassata allo scadere contro una formazione che milita in due categorie superiori, quello che impressiona dell’amichevole con il  Santa Margherita Valpolicella è la lunga serie d’indizi positivi. Dagli ottanta minuti giocati al “Tartaglia” il quindici di Gosling trae, infatti, un’importante consapevolezza: quella di poter giocare alla pari anche con collettivi abituati ai ritmi e agli impatti della serie A. Un’indicazione fondamentale per un squadra che punta al salto di categoria al termine della stagione, oltre a regalare la serenità necessaria per cominciare la corsa ai play off alla ripresa del campionato di serie B (prevista per domenica 2 febbraio). Un risultato che è anche indice della crescita dei rosoblú. Nel passato incontro amichevole con i veronesi, datato settembre 2013,  il Lumezzane era, infatti,  stato travolto per 5 – 40.

rugby_lumezzane_logoNella prima frazione di gioco i valgobbini sono addirittura riusciti a superare gli ospiti , grazie alla meta siglata e trasformata  al 7’ dall’apertura Locatelli, alla quale i veneti non hanno saputo replicare. Un vantaggio conseguito e poi mantenuto soprattutto per merito della consistente prestazione del pack lumezzanese (chiamato a fare gli straordinari a causa del campo piuttosto pesante e scivoloso) impeccabile sia in mischia ordinata che in rimessa laterale. Solida e lucida anche la prova difensiva del Patarò che ha mantenuto inviolata la propri linea di meta per ben 63 minuti.

Il radicale cambio di formazione fatto da coach Gosling nella ripresa ha inoltre messo in luce la completezza della rosa valgobbina. Oltre al debutto stagionale dell’estremo Tamburri e dell’apertura Zubani, nella seconda frazione di gioco hanno trovato spazio tutti i giovani che non hanno fatto rimpiangere i compagni più esperti. Per metà tempo, il Lumezzane si è difeso con costanza e determinazione dal prolungato assalto dei veneti, i quali hanno trovato la meta del pareggio solo al 23’ con il mediano Stradiotti a conclusione di una solida mischia avanzante. La marcatura che ha privato il Patarò di una  meritata vittoria è, invece, arrivata allo scadere. Unico, seppur piccolo, rammarico di una domenica più che positiva per il quindici di Gosling che  proprio al “Tartaglia” , il due febbraio, ricomincerà la strada verso la promozione sfidando i cugini del Marco Polo Cus Brescia.

Queste le parole di coach Gosling a fine gara: “Sono molto soddisfatto, è stata una partita molto positiva per noi, abbiamo addirittura chiuso il primo tempo in vantaggio. Siamo andati molto bene in mischia chiusa, in rimessa laterale ed anche in difesa. Nel secondo tempo ho dato spazio ai giocatori che finora hanno giocato poco e sono molto contento della loro prestazione. Bugatti e Tamburri hanno dimostrato di poter giocare senza problemi. Questo test ci da molta fiducia per la ripresa del campionato, anche grazie alla buona prova di chi è entrato nella ripresa. Peccato per la meta incassata allo scadere.”