TORBOLE – “I ghe ciameva lingere de galeria”: Adige-Garda 1939-1959

0

Dopo l’alluvione nel veronse che nel settembre del 1882 aveva causato disagi, danni e vittime, si sentì l’urgenza di difendere la città di Verona dalle piene del fiume Adige.

Si pensò di alleggerire la portata di piena dell’Adige costruendo una galleria scolmatrice per convogliare nel Lago di Garda parte della portata eccedente le capacità ricettive dell’alveo del fiume.

La realizzazione della galleria, con origine presso Ravazzone di Mori – sulla sponda destra dell’Adige – e sbocco nel Lago di Garda, a sud dell’abitato di Torbole, prese il via nel marzo del ’39. E, per via della sospensione dovuta alla seconda guerra mondiale, ebbe termine nel maggio del ’59.

Chi ha lavorato a questo progetto?

Le strade di quali uomini si sono intrecciate con quelle della galleria?

Quest’oggi, domenica 19 gennaio 2014, alle ore 16 presso la Casa Comunità di Nago, verrà presentato il volume “I ghe ciameva lingere de galeria”, una raccolta delle storie degli uomini che hanno costruito la galleria Adige-Garda.

Ad intervenire saranno il Sindaco di Nago-Torbole Luca Civettini e l’Assessore alla Cultura di Nago-Torbole Norma Stefenelli.

Saranno presenti anche i curatori del volume: Giuliana Gelmi, Donati Riccadonna, Gloria Valenti.

Per l’occasione verrà proiettato il documentario del 1957 “Dall’Adige al Garda”, con la regia di Ugo Gregoretti (1957) e verranno lette alcune testimonianze, a cura di Rosanna Sega.

19 torbole