BRESCIA – Confesercenti chiede correttivi in materia di Tares

0

Confesercenti intende inoltrare in Loggia un petizione con la quale vengono chiesti dei correttivi in materia di Tares, l’imposta sui rifiuti che nel Comune di Brescia, rispetto al 2012, è cresciuta in media del 6.7%.

tares11In particolare viene chiesto di rivedere la Tares per i pubblici esercizi: secondo Alessio Merigo, il direttore generale di Confesercenti Lombardia Orientale, dev’essere rivisto il criterio di formazione di quest’imposta e il criterio sul quale si calcola la Tares. Ad ora infatti si fa riferimento ai metri quadrati del locale, indipendentemente dall’effettiva produzione di rifiuti e dall’effettivo utilizzo di tutti gli spazi.

A tutto ciò deve aggiungersi la difficoltà economica del periodo, in cui il calo dei consumi sta mettendo in ginocchio numerose attività. Confesercenti chiede quindi al Comune di applicare delle riduzioni, partendo da un taglio immediato del 40%.

Per firmare la petizione, titolari di bar, ristoranti, negozi di fiori, frutta e verdura, pescherie di Brescia possono rivolgersi agli uffici di Confesercenti in via Salgari a Brescia o direttamente nel proprio locale chiamando allo 0302421697 o mandando una mail a info@ristorantiebar.it, entro il 15 febbraio. Inoltre si può stampare la petizione dal sito www.ristorantiebar.it, raccogliere le firme e consegnarle negli uffici di Confesercenti entro il 15 febbraio.