PINZOLO – “Vertical Doss”, prima edizione ed è già record

0

Si chiama “Vertical Doss”, primo trofeo “Toni Masè”, è una gara vertical Fisi di sci alpinismo, ma anche, per i meno arditi, un più facile raduno nella doppia formula scialpinismo o ciaspole. Organizzato dalla Asd Alpin Go Val Rendena in collaborazione con le Funivie di Pinzolo si disputerà giovedì 16 gennaio a Pinzolo sulla super pista nera Tulot, illuminata in tutta la lunghezza del tracciato. Così, il Doss del Sabion, parte sud della Skiarea Campiglio, straordinario belvedere a 360° sull’Adamello-Presanella e le Dolomiti di Brenta, per la prima volta si mostrerà in una insolita quanto animata versione notturna.
Prima edizione ed è già record di iscritti. Superato il numero di 1.000, le registrazioni al raduno sono state chiuse, ma rimane aperta una lista d’attesa con circa 150 persone che vorrebbero partecipare e lo potranno fare solamente in seguito a disdette dell’ultimo minuto. C’è ancora, invece, la possibilità di iscriversi alla competizione Fisi.

Vertical_Trofeo_Toni_Masè

 

La gara-raduno è un omaggio sportivo ad Antonio Masè, imprenditore della Val Rendena, ma anche alpinista e sportivo appassionato di diverse discipline scomparso poco più di un anno fa, il 3 dicembre 2012. Masè è stato, inoltre, per molti anni, presidente delle Funivie di Pinzolo, conducendo la Società nel periodo dell’ampliamento dell’area sciabile e della realizzazione del collegamento impiantistico con Madonna di Campiglio.

Partenza fissata per tutti gli “atleti della notte” allo scoccare delle 19.00 di giovedì da luoghi diversi prima di percorrere i quattro differenti tracciati individuati. Punto nodale per tutti, di partenza o di passaggio a seconda della categoria di appartenenza, il rifugio malga Cioca. Arrivo per tutti ai 2.100 m slm della cima del Doss del Sabion e premiazioni dalle 22.30 presso il Paladolomiti a Pinzolo.

I mille, tra atleti, scialpinisti per passione e più tranquilli “ciaspolatori”, saranno divisi in più gruppi corrispondenti ad altrettanti itinerari. Gli agonisti delle categorie Senior M e Master M partiranno dal Pian della Rigoza, poco sopra la partenza della Tulot. Per arrivare alla meta dovranno salire 1.000 metri di dislivello e superare un tratto, in località Camosci, calzando i ramponi. Le categorie Junior M, Senior F e Master F (dislivello 570 m) inizieranno la loro gara da Prà Rodont, mentre i Cadetti M-F e Junior F (dislivello 450 m) dal rifugio malga Cioca come i partecipanti al raduno che allargheranno però il percorso passando per la casina di Grual.

In occasione dell’evento, la telecabina Tulot rimarrà aperta per tutta la durata della gara dando la possibilità, dalle 18.30 del pomeriggio, ad accompagnatori e spettatori senza sci, di salire gratuitamente e assistere alla partenza e al passaggio dei concorrenti al rifugio malga Cioca.

A poche ore dalla gara, sotto un’abbondante e soffice nevicata, gli organizzatori stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli di un’iniziativa che, alla vigilia del debutto, sta assumendo sempre più il carattere di evento sportivo della stagione invernale in Val Rendena.