DESENZANO – ImageNation 2014: Racconti Visivi Oltre l’Istante

0

I fotografi desenzanesi del collettivo DeFactory espongono in galleria civica  dal 18 gennaio 9 febbraio 2014.

Ecco che cosa ci scrivono, per presentarsi e per promuovere il proprio progetto, “ImageNation 2014: Racconti Visivi Oltre l’Istante”: «“The Factory” era il nome dello studio originale di Andy Warhol a New York City tra il 1962 e il 1968. “DeFactory” nasce dall’idea di alcuni fotografi desenzanesi, di nascita o di adozione, i quali, prendendo spunto dal concetto di “Factory” hanno dato vita sul sito www.defactory.it a uno spazio di incontro virtuale per gli appassionati di fotografia.

Dal progetto, avviato nell’aprile 2012, è nata una prima mostra allestita con successo nella galleria civica “G.B. Bosio” nel novembre dello stesso anno.

Il collettivo DeFactory si ripresenta alla Galleria civica di Desenzano con il progetto fotografico “ImageNation”, già sviluppato in due mostre, a Milano e a Brescia, durante il 2013.

Ventiquattro fotografi di Desenzano, o in qualche modo legati alla città, reinterpretano, anzi reinventano il concetto di scatto, ampliandolo verso una narrazione più consapevole. Spaziando dalle tecniche tradizionali a pellicola fino alle nuove frontiere del digitale, compresa l’iphonografia, croce e delizia di puristi ed appassionati.

Saranno in mostra le fotografie di Andrea Auf Dem Brinke, Andrea Benedetti, Cedric Dasesson, Elisa Girelloni, Giuseppe Preianò, Iefte Gerevini, Lara Agosti, Laura Decembrino, Luca Broglia, Luca Liloni, Marco Cocconi, Marco Oprescu, Martin Vegas, Matteo Bruni, Matteo Silva, Matthew Zak, Mattia Egi, Nicola Molteni, Nicolò Galeazzi, Paola Parisi, Rocco Delillo, Rocco Lorenzoni, Saviolam, Stefano Di Corato.

Così gli autori spiegano il senso del sottotitolo “Racconti visivi oltre l’istante”: “Scattare una fotografia richiede soltanto una frazione di secondo. Quel che si dice un istante. Ma solo in apparenza. C’è sempre un prima e un dopo. Indipendentemente dal fatto che il fotografo intenda documentare la realtà o realizzare un’immagine. A differenza di un pittore che mette in cornice un dipinto ultimato, il fotografo ha in partenza una cornice vuota da riempire. E per farlo è costretto a scegliere qualcosa e a escludere qualcos’altro. Ed è proprio questo il potere della fotografia. Selezionare, spesso al volo, un attimo di tempo per farne un racconto compiuto. Cui dare un significato. Al quale affidare un messaggio. O un’emozione da condividere con l’osservatore. E poco importa se un’immagine sia testimonianza di un fatto o pura creazione fine a se stessa. Una fotografia è in ogni caso un attimo fuggente che diventa eternità”».

L’inaugurazione di “ImageNation 2014: Racconti Visivi Oltre l’Istante” è in programma per sabato 18 gennaio ore 18 presso la Galleria Civica G.B.Bosio, sita in piazza Malvezzi, a Desenzano.

La mostra sarà poi visitabile fino al 9 febbraio 2014 il martedì 10.30/12.30, il giovedì e il venerdì 16.00/19.00, il sabato e la domenica 10.30/12.30 e 16.00/19.00.

ImageNation2014