LUMEZZANE – Natale “diverso” alla Maugeri, come lo vivono i pazienti

0

Quando si passano le festività natalizie all’interno di una casa di cura, si è inevitabilmente tristi e il pensiero va ai propri cari e agli amici. Per chi è ricoverato, è predominante il desiderio di essere nella cornice amica e protettiva della propria casa, circondato dai figli, nipoti e parenti. Nella clinica Maugeri di Lumezzane si è cercato di allontanare la malinconia e creare una bella atmosfera familiare e allegra che tutti hanno gradito, compresi i medici e gli infermieri.

Natale MaugeriLa vigilia di Natale, con le note della fisarmonica di Pasquino Zanotti, è volata nel pomeriggio tra un pasticcino, una canzone evergreen e una melodia. Cosi è stato per l’ultimo giorno dell’anno, naturalmente con le dovute cautele e i più sani hanno aiutato quelli con problemi più pesanti, mentre il veglione si è svolto tra battute, un bicchiere d’acqua, una fetta di panettone. Anche se, per la verità, fino a mezzanotte ne sono resistiti ben pochi, 4 o 5 esclusi gli infermieri di turno. Ma non è tutto.

Anche il giorno dell’Epifania l’atmosfera festaiola è continuata con la Befana con tanto di cappello e scopa e gli ospiti del secondo piano a fare da cornice. Insomma, l’esigenza di cure riabilitative, anche durante il periodo più bello dell’anno, non ha scoraggiato i pazienti che hanno dimostrato uno spirito non comune ed è stata una bella festa per tutti, anche per i parenti che hanno gradito i momenti di convivialità e allegria.