BRESCIA – Ministro Kyenge in città: FN annuncia doppio presidio e rinnova l’invito per un “giro turistico”

0

385 imprese fallite nel Bresciano nel 2013: più di una al giorno, mai peggio di così. È con questo dato che Forza Nuova intende accogliere a Brescia il ministro dell’integrazione Cecile Kyenge, ammesso che questa volta si presenti veramente, invitandolo nuovamente ai propri presidi  – venerdì sera in piazza Vittorio Veneto a Gussago e sabato mattina in piazzale Arnaldo, in centro città – e rinnovandogli la proposta di un “giro turistico” per la Provincia.

arton2073In questo modo il ministro, da sempre impegnato a promuovere una non meglio specificata “società multietnica dell’accoglienza”, potrebbe finalmente constatare di persona i brillanti risultati del proprio governo e di quelli precedenti: centinaia di imprenditori e operai sul lastrico, l’intero sistema produttivo strangolato da Equitalia e dai suoi mandanti, il crescente numero di famiglie bresciane costrette a mangiare alle mense Caritas (ora sono il 30% degli utenti).

Tutto questo mentre l’imprenditoria straniera, quella cinese su tutte, continua a espandersi senza accusare –chissà perché – il peso dell’oppressione fiscale, dei controlli finanziari e della burocrazia statale. Il sospetto è che, in questo campo come in tanti altri, le istituzioni utilizzino due pesi e due misure, facendo sì del razzismo, ma anti-italiano.

Forza Nuova propone semplicemente che lo Stato, e con esso chi lo rappresenta, si occupi innanzitutto dei propri cittadini, risolvendo in primo luogo la problematiche impellenti che impediscono la ripresa del Paese. Evidentemente oggi anche la considerazione più ovvia ha bisogno di essere affermata: per questo nei prossimi giorni contesteremo un ministro che ha la faccia tosta di presentarsi a Brescia per celebrare il proprio modello fallimentare di immigrazione, mentre le imprese chiudono, la disoccupazione giovanile sfiora record storici e gli italiani si impoveriscono.