BRESCIA – Domenica I Macc De le Ure in “Ogni dè en pasa giϋ”

0

I Macc de le Ure, gruppo attivo da oltre 20 anni, “porta in giro” la tradizione popolare bresciana con le sue storie fatte di racconti scritti e cantanti. Un secolo di vita bresciana che possiamo trovare anche nel loro CD “El laorà, el vì, l’amur e quater cantur”, canti del lavoro, dell’amore, dell’osteria. Storie di miseria e povertà del passato che, in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, trovano purtroppo ancora un senso tornando attuali.

00005Domenica 5 gennaio, alle 16.30, presso la Pieve di Urago Mella a Brescia, i Macc proporranno il loro primo spettacolo del 2014 con un titolo emblematico: “Ogni dè en pasa giϋ”, un invito a vivere giorno per giorno, a godere della semplicità e della normalità, affinando l’arte dell’accontentarsi per apprezzare quello che possediamo e che nessuno ci può togliere, come la voglia di stare insieme, il bisogno di condivisione, gli affetti, i buoni amici, la tradizione, le nostre radici. Il tutto condito da tanta ironia.

Assistere ad uno spettacolo dei Macc de le Ure è come tuffarsi nel passato, assaporando i ritmi di un tempo e riscoprire la saggezza popolare (soluzione semplice e spesso efficacie a tanti problemi), è divertimento assicurato per la spontaneità, passione e simpatia dei componenti del gruppo e ancora è spunto di riflessione attraverso i testi delle canzoni di un tempo e le parole di autori bresciani famosi. Non mancheranno alcuni inediti, firmati dagli stessi Macc, ad arricchire lo spettacolo.

Oggi la formazione è composta da sei elementi: Tarcisio Lanfredi e Renato Bertelli (chitarra e voce), Federico Passi (chitarra, flauto e voce), Gianna Minessi (armonica a bocca e voce), Emanuela Biancardi (ritmi e voce), Federica Cressi (voce).

“I Macc de le Ure – recita una dedica del grande, compianto Giannetto Valzelli – sparano mortaretti di buonumore. Attingendo dal pozzo della vita, fanno nascere la voglia di mettersi in coro”.

Emanuela Biancardi