BRESCIA – Lönare Bressà 2014. Torna in edicola ed è alla 8a edizione

0

L’anno se ne va e lui, puntuale, arriva. Quando le feste bussano alle porte, il “ Lönare” fa già bella mostra di sé in edicola. Ogni edizione diversa dall’altra, ogni volume ricco di tradizione e della nostra bella “parlata nostrana”, frutto della ricerca attenta e non sempre facile di Giovanni Cherubini, autore dell’almanacco in vernacolo più popolare in Brescia e provincia (edito da Publimax).

Lonare-Bressa“Per le prime edizioni – racconta Cherubini – la mole di materiale che avevo a disposizione, frutto di una collezione personale e di una passione per la mia bella Brescia, mi sembrava sufficiente per una ventina di pubblicazioni. Ben presto mi sono reso conto che dovevo selezionare le notizie e considerare quelle più interessanti e curiose, quelle più legate alle nostre tradizioni, alla nostra storia…Così ho cominciato a sfogliare nuovi libri, consultare archivi, incontrare personalmente personaggi e chiedere la loro preziosa collaborazione… Insomma a vivere Brescia, la sua cultura e le sue tradizioni più da vicino”.

I 365 giorni bresciani li possiamo percorrere in anticipo, di pagina in pagina, con un tuffo nel passato e uno nel presente, con la saggezza popolare, le störie vere o inventate, i mestér ormai scomparsi, i modi di dire, le immagini d’epoca e quelle di oggi… E un proverbio, ogni anno diverso, che compare in copertina: “A fa del bé, sa sbaglia mai”.

“Quest’anno è l’ottava edizione – continua l’autore – e chi ha la fortuna di possederle tutte, dal 2007 ad oggi, sa che il Lönare Bressà non “scade” col finire dell’anno. Può venirci voglia di riprendere in mano una passata edizione, rendendoci conto che è sempre piacevole, interessante ed attuale”.

Ora non ci resta che scoprire le sorprese racchiuse nel Lönare Bressà 2014 e riappropriarci delle nostre tradizioni e delle nostre radici, ripetendo in chiusura quel motto come augurio per il Nuovo Anno e che farebbe certamente sorridere di soddisfazione anche il Francesco più famoso al mondo, il Santo Padre: “A fa del bé, sa sbaglia mai”.

Emanuela Biancardi