SIRMIONE – I consiglieri di opposizione presentano un esposto sul discusso “Gran giurì”

0

Di seguito uno nota stampa firmata da alcuni consiglieri dell’opposizione, con la quale viene criticato il modus operandi del sindaco Mattinzoli nel momento in cui la sua amministrazione, la scorsa estate, ha incaricato due professionisti di stilare una relazione concernente i disservizi del parcheggio Montebaldo:

“L’estate 2013 sarà ricordata sicuramente anche per i numerosi disservizi nella nuova gestione del parcheggio Montebaldo, nonostante la buona volontà degli addetti fortemente ridimensionati nel numero e nelle inascoltate richieste di noi consiglieri di opposizione di istituire una commissione per capire cosa non funzionasse e proporre rimedi concreti ed immediati.

13_25_bso_f1_487_a_resize_526_394La scelta del primo cittadino si è palesata in Settembre, quando apprendevamo dalla testata locale “Area Blu” che: l’amministrazione comunale intende stendere una relazione entro fine anno sull’adempimento degli obblighi contrattuali ed ha incaricato due professionisti, Dott. Vitello e Dott. Marchioni, per tale indagine.

Successiva a tali dichiarazioni è la determina di incarico (R.G. n. 603 del 7/10/2013), nella quale si scopre dell’esistenza di una lettera nota prot. 0015037 del 2 ottobre 2013 (allegata), nella quale il Sindaco Mattinzoli scrive al Responsabile d’Area di “…….conferire specifico incarico al dott. Mario Marchioni e al dott. Michele Vitello…..”. Trattandosi di contratto d’opera professionale, quindi avente natura di attività gestionale, rientra però nella competenza esclusiva del dirigente  [ex art. 107 del D.Lgs. 267/2000 (TUEL)] e quindi la scelta del contraente sarebbe quindi dovuta avvenire non solo con un minimo di procedura di evidenza pubblica (presentazione di curricula in base al contenuto dell’incarico), ma senza la minima pressione degli organi politici.

Invece, il dirigente ha dato mera attuazione a quanto espresso dal Sindaco Alessandro Mattinzoli, il quale ha annunciato sulla stampa l’incarico ai due professionisti ancor prima della determina di incarico e ha inviato al Responsabile d’Area, nero su bianco, i nominativi da scegliere per questo incarico.

Al fine di garantire la massima trasparenza e correttezza in questa vicenda, abbiamo inoltrato alla Procura della Repubblica di Brescia la richiesta di accertare e valutare se siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti procedendo, in caso affermativo, nei confronti dei soggetti responsabili”.

Andrea Volpi, Donatella Garlaschi, Marco Righetti, Cristina Ronchi e Patrizia Toniolo