VALTROMPIA – Autostrada, da luglio i cantieri. A fine anno i pagamenti

1

Via libera all’autostrada della Valtrompia che si collegherà con l’A4 e stavolta sembra si faccia sul serio. Il dubbio lecito è legato solo ai cinquant’anni di promesse, primi sì poi negati, guerra di carte bollate in tribunale, ricorsi al Tar e proprietari dei terreni che non volevano lasciare le proprie aree, prima per un vizio di forma (decreti dell’Anas inviati dopo la scadenza del Cipe) e poi per indennizzi considerati troppo lievi. Ma adesso c’è anche una data precisa: luglio 2014.

autostrada vtIn quel mese, infatti, partiranno i cantieri che da Concesio lungo la Sp19 porteranno a Villa Carcina e poi si opererà verso Sarezzo. L’assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Brescia Maria Teresa Vivaldini, interpellata da Bresciaoggi, ha confermato che gli espropri sono quasi stati pagati tutti e “finalmente l’autostrada da 250 milioni di euro inizia la sua concreta realizzazione. Soddisfatta per l’ultimo anno di lavoro e ora si punta a risolvere i problemi di traffico e sicurezza sulla Sp 345 che rilancerà la valle anche dal punto di vista economica grazie all’indotto per l’apertura dei lavori. L’autostrada Brescia-Padova, la cosiddetta “Serenissima”, ha la cifra nella sua disponibilità e per il momento ha stanziato 17 milioni di euro per gli espropri e per rimuovere gli intralci sul futuro percorso.

Come sarà la nuova infrastruttura? Il progetto era già pronto da tempo e dopo aver risolto gli ultimi problemi con i ricorrenti, ci sarà una nuova rotatoria sulla Sp 19, una galleria artificiale a San Vigilio di Concesio, due viadotti sul Mella di 200 metri, uno svincolo con diverso livello in località Codolazza, una galleria naturale a doppia canna di 3,6 chilometri, uno svincolo di raccordo in galleria con il ponte sul torrente Faidana tra Villa Carcina e Sarezzo che si collega con la Sp 345 e un’altra galleria artificiale, anche questa di livello diverso, per permettere l’accesso a Lumezzane e mettere su “binari” diversi il tracciato alta valle-Brescia con quelli verso Lumezzane. La notizia sulla situazione sbloccata è arrivata dall’Anas che ha confermato di aver raggiunto un accordo con tutti i proprietari delle aree dove passerà la futura autostrada, al termine degli incontri svolti a Concesio, Villa Carcina e Sarezzo ed entro la fine di dicembre tutti riceveranno l’indennizzo per liberare i terreni.

Il primo lotto sarà lavorato dalla Ics Grandi Lavori spa di Roma, ma per l’ufficialità bisogna attendere gennaio quando la società autostrade redigerà il piano operativo per seguire i lavori, mentre i cantieri, quindi, partiranno probabilmente a luglio. Al coro dei commenti soddisfatti si è aggiunto anche Mauro Parolini, oggi consigliere regionale e assessore provinciali ai Lavori prima di Vivaldini. L’attuale assessore ha ringraziato il presidente di Anas Pietro Ciucci per il lavoro messo in campo che ha permesso di trovare l’accordo con i proprietari. Per capire quale sia il reale traffico sull’unica strada valtrumplina, basta sapere che nel 2013 ci sono stati più di 44 mila transiti al giorno, in linea con gli ultimi decenni e intervenire per prima proprio tra Sarezzo e Villa carcina vuol dire anche agire sulla sicurezza.

1 Commento

Comments are closed.