RODENGO SAIANO – Trasporto studenti: nuovo contributo

0

La Giunta del Comune di Rodengo Saiano ha emesso una nuova delibera (la numero 318 del 2013) per ampliare il raggio d’azione del contributo previsto per sostenere le spese di trasporto degli studenti del paese. Un’iniziativa che si era già concretizzata lo scorso 28 ottobre con un’analoga deliberazione, in base alla quale era stato previsto un apposito stanziamento di 30.000 euro. In quel momento era stato indicato il 13 dicembre come termine ultimo per la raccolta delle richieste di adesione. rodengo muni

Osservando però le serie (e perduranti) difficoltà con le quali si trovano a dover fare i conti molte famiglie di Rodengo Saiano, la Giunta guidata dal sindaco Giuseppe Andreoli ha deciso di prolungare ed allargare ulteriormente la portata del provvedimento. Finora, infatti, sono state 32 le famiglie che hanno presentato la domanda, per un totale di 41 studenti. Per la precisione sono stati 25 i nuclei famigliari appartenenti alla prima fascia di reddito indicata (ISEE fino a 16.000 euro) per 33 studenti e 7 alla seconda (ISEE fino a 20.000 euro) per 8 studenti.

Nel primo caso sono stati assegnati ai beneficiari 150 euro, mentre nel secondo 100. In base ai criteri stabiliti sono stati erogati 5880 euro sui 30.000 messi specificamente a disposizione. Lo scorso 16 dicembre la Giunta Comunale ha così deciso di prorogare i termini per la presentazione delle domande di adesione e di modificare i criteri per l’ammissione al contributo, così da rendere sempre più efficace e concreto il sostegno alle famiglie del paese e utilizzare nel modo più efficace la cospicua somma di 30.000 stanziata.

Le domande per aderire a questo nuovo contributo potranno essere presentate entro il 28 febbraio e faranno riferimenti a criteri rinnovati e più ampi. In effetti le condizioni specificamente previste per poter usufruire del contributo a questo punto rimangono il fatto di essere residenti nel Comune di Rodengo Saiano, di essere iscritti e frequentare un istituto scolastico secondario di secondo grado o un istituto professionale e di sostenere spese di trasporto per raggiungere il rispettivo istituto. Accanto a questi criteri che rimangono inalterati la nuova delibera di Giunta ha però previsto l’innalzamento dell’ISEE famigliare, che ora non deve essere superiore ai 30.000 euro. Ancora una volta sono state previste due fasce di reddito e nella prima verranno inserite le famiglie con un ISEE fino a 25.000 euro, mentre faranno parte della seconda i nuclei famigliari con un reddito da 25.001 a 30.000 euro. La specifica quantificazione del contributo verrà definita dopo la presentazione delle domande e, in ogni caso, non sarà superiore ai 250 euro per gli studenti della prima fascia e ai 150 per quelli della seconda.

Nel caso di richieste presentate da nuclei famigliari con più figli che utilizzano mezzi di trasporto per recarsi a scuola, come del resto è già avvenuto in occasione della prima emissione del contributo, la somma prevista in base al reddito ISEE verrà aumentata del 10% per ogni figlio ulteriore. “La nostra Amministrazione – spiegano con motivata soddisfazione il sindaco Giuseppe Andreoli e gli assessori Nicola Bono ed Arturo Albertini, rispettivamente delegati alla pubblica istruzione ed ai servizi sociali – si è impegnata a fondo ed ha inserito nel proprio bilancio la significativa somma di 30.000 euro per contribuire alle spese che le famiglie del nostro paese devono fare per il trasporto scolastico dei propri figli.

Abbiamo visto che l’emissione del primo contributo è stata seguita con buon attenzione ed ora vogliamo dare ancora più concretezza a questa nostra decisione. Abbiamo così voluto ampliare i criteri di ammissione, così da permettere ad un maggior numero di famiglie di usufruire di questo sostegno che, ovviamente, non risolverà magicamente tutti i problemi, ma può rappresentare ugualmente un gesto concreto di collaborazione e la dimostrazione più eloquente della vicinanza della nostra Amministrazione. Invitiamo perciò tutti gli abitanti di Rodengo Saiano a prendere visione di questa iniziativa. Hanno tempo fino al 28 febbraio per decidere di presentare negli uffici comunali le domande di adesione per un’occasione che è doveroso non lasciarsi scappare. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, la nostra Amministrazione Comunale ha voluto dare un ulteriore segno tangibile della sua voglia di rispondere in modo positivo ai bisogni e alle richieste delle famiglie del paese”.