CASTEL MELLA – Vigilanza notturna contro i furti in casa: sì del Comune

0

Dopo Orzivecchi, le ronde notturne sbarcano anche a Castel Mella. Questa volta organizzate però in gruppi di vigilanza privata, appoggiati dall’Amministrazione comunale.

Furti casaPer difendersi dai furti in casa, in grande aumento nell’ultimo periodo, le forze dell’ordine sembrano non bastare più, ecco allora che i civili si fanno in quattro per salvaguardarsi a vicenda. L’iniziativa è partita proprio alcuni giorni fa e proseguirà almeno per tre mesi, dopo i quali, anche in base alla situazione si valuterà il da farsi. «Un progetto – spiega Franzini – che punta a tutelare la sicurezza e a prevenire il verificarsi di episodi di criminalità». Criminalità che sembra aver invaso la Bassa, assaltata da un’ondata di furti che colpiscono a raffica in determinati quartieri da alcune settimane. Questi episodi creano un clima piuttosto teso in paese e non permettono agli abitanti di dormire sonni tranquilli.

La vigilanza notturna vuole appunto essere deterrente per i ladri, e di conseguenza contribuire a portare maggiore tranquillità per chi vive in paese. Il tutto con un aggravio più che sopportabile per le casse comunali, dettaglio non certo irrilevante.

Il Comune ha infatti già in essere un contratto per la vigilanza notturna degli edifici pubblici, grazie a soli 800 euro in più al mese la società privata controllerà anche i quartieri residenziali di Castel Mella. Sperando che l’iniziativa possa arginare, per quanto possibile, l’allarme furti.