BRESCIA – Più tempo per l’Imu, senza sanzioni entro il 16 giugno

0

Lo scorso 16 dicembre è scaduto il pagamento per la seconda rata dell’Imu su seconde case, negozi e capannoni. Per coloro che hanno pagato entro i termini previsti ma hanno sbagliato ad effettuare il calcolo potranno sanare la loro situazione entro il 16 giugno 2014, senza incorrere in sanzioni ed interessi.

E’ quanto prevede un emendamento contenuto nella Legge di Stabilità e approvato in Commissione Bilancio alla Camera. La ragione di questo ok deriva dalla necessità di andare incontro ai numerosi contribuenti che sono risultati adempienti, pagando l’imposta, ma hanno sbagliato cifra, vista la grande confusione che si è creata attorno al saldo Imu.

Sempre in commissione Bilancio un altro emendamento è intervenuto per la maggiorazione della Tares di 30 centesimi al metro quadro, e per la mini-Imu sulle abitazioni principali ubicate in Comuni con aliquota superiore allo 0,4%, che farebbe slittare tali adempimenti al 24 gennaio 2014.
Fonte CGIA