BOVEZZO – Voucher di lavoro per tutti contro l’impiego non regolare

0

Tra i compiti che l’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Bovezzo si propone, c’è la contrapposizione al lavoro irregolare che costituisce un grosso ostacolo al lavoro ordinario. La precaria situazione economica favorisce questa modalità di approccio con il mondo del lavoro. Il datore non riconosce al lavoratore alcuna copertura previdenziale, di garanzia e di tutela previste dalla legge, in virtù dell’assenza di un contratto di lavoro.

Buoni lavoroI buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro accessorio, cioè quelle prestazioni svolte in modo discontinuo e saltuario, al di fuori di un normale contratto di lavoro. Possono accedere all’utilizzo dei voucher, oltre alle imprese e ai commercianti, anche i cittadini privati per lavori di collaborazione domestica (es. colf, badanti e giardinieri).

Il committente può beneficiare di prestazioni nella completa legalità, con copertura assicurativa in caso di eventuali incidenti lavorativi e senza dover stipulare alcun tipo di contratto. Il lavoratore avrà un compenso esente da ogni imposizione fiscale, cumulabile con i trattamenti pensionistici. I voucher si acquistano nelle sedi Inps, nei tabaccai che aderiscono alla convenzione, attraverso procedure telematiche accedendo al sito internet, nelle banche popolari abilitate e negli uffici postali di tutto il territorio nazionale. L’assessorato ai Servizi sociali consiglia l’utilizzo dei voucher come forma di pagamento per prestazioni di lavoro accessorio.