ADRO – Inaugurazione nuova sede Cgil: Adro, una scelta non casuale

1

Sabato 14 dicembre, Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, è stata ospite dell’inaugurazione della nuova sede della Cgil di Adro.

Tra le sue parole non mancano riferimenti alle recenti vicende relative ai bonus bebè e contributi d’affitto: “Per la Cgil una nuova sede è sempre una festa, e Adro è una mattone importante per costruire speranza. Aprire qui ha più significato che altrove”.
La scelta dell’apreture della sede proprio ad Adro, infatti, non è casuale, il paese è stato oggetto di cause legali tra Lega Nord e Cgil.

Damiano Galletti, segretario della Camera del Lavoro di Brescia ha dichiarato: “Con Adro, nostra trentesma sede bresciana, il sindacato si radica nel territorio per capire ed essere vicino ai luoghi di lavoro…In tribunale abbiamo vinto contro il sindaco di Adro, ma la strada per garantire a tutti l’uguaglianza è lunga, e passa per l’istruzione, scuola e lavoro”.
Susanna-Camusso
Prosegue poi Susanna Camusso, marcando il suo discorso sulle recenti vicende che hanno coinvolto  Adro: “Ogni giorno incontriamo discriminazioni, ma qui è partita con I bambini. Portare la discriminazione in età scolare significa recidere il futuro.
Il futuro per la Cgil passa per la rimozione delle disuguaglianze. I bambini hanno diritto all’istruzione indipendentemente da reddito e opinioni delle loro famiglie. I diritti del lavoro sono collegati ai diritti di cittadinanza”.

Nel frattempo, nella stessa giornata in cui si teneva l’inaugurazione, il sindaco di Adro, Oscar Lancini, si trovava a Podenzano, ospite della cena di Natale della Lega Nord, dove ha discusso insieme agli altri ospiti delle sue vicende legali, dichiarando: “E’ inaccettabie che I sindaci vengano maltrattati dalla Stato. Pensiamo ad esempio all’assurdo meccanismo del patto di stabilità, che blocca risorse che potrebbero invece essere disponibili, per garantire servizi alla nostra gente”.

1 Commento

  1. Quando vedo la Camusso mi viene una tristezza….

    Perché non ti occupi dei parassiti del pubblico impiego ?

    Oscar Lancini ha fatto bene a far lavorare le imprese locali e non quelle incompetenti del Sud che vincono le gare al massimo ribasso e lasciano lavori edili fatti a metà e difettosi.

Comments are closed.