BORGO VALSUGANA – Rifiuti tossici alle Prae: Valsugana Attiva lancia l’allarme

0

Nei giorni scorsi, su La Valsugana.it, una nota con la quale l’associazione Valsugana Attiva chiede alla Provincia di Trento di bonificare la zona delle Prae e di Sacco, dove c’è, contenuto in fusti, del materiale sospetto. L’associazione chiede che vengano eseguiti dei controlli tramite l’Adep, l’Agenzia per la depurazione.

20131102_rifiuti_tossici877.jpgDi seguito un estratto della nota:

“La pesante eredità lasciataci dalla scorretta gestione delle scorie e delle polveri di abbattimento fumi dell’acciaieria di Borgo Valsugana rende necessaria una seria ricerca finalizzata a una bonifica del territorio. Una di queste eredità è rappresentata dalla discarica di San Lorenzo, ormai riconosciuta responsabile dell’avvelenamento della falda e delle sorgenti sottostanti […].

La nostra richiesta è particolarmente pressante in quanto un cittadino di Borgo ci ha riferito di aver notato, negli anni in cui veniva utilizzata la discarica delle Prae, l’apporto e il sotterramento di fusti contenenti una sostanza gelatinosa proveniente probabilmente da scarti di produzioni industriali” spiegano.

“Ricordiamo che la discarica delle Prae, in accordo con le normative vigenti all’epoca della sua istituzione, non è impermeabilizzata come prevederebbero le attuali normative in materia e pertanto ogni abuso realizzato durante il suo passato utilizzo potrebbe avere conseguenze ancora più gravi. Facciamo presente, inoltre, che un altro deposito abusivo di polveri di abbattimento, come testimoniato da fotografie (vedi sotto) e denunce presentate nel 1981 dal WWF, è stato riconosciuto nell’allora alveo del torrente Moggio al limite tra i Comuni di Borgo e Castelnuovo. Per queste aree chiediamo che vengano effettuate adeguate indagini”.