BRESCIA – Italia: la disoccupazione resta al 12,5% a ottobre

0

Si attesta a 7,9% ad ottobre il tasso di disoccupazione nell’area Ocse, invariato rispetto ai due mesi precedenti. Sono 47,8 milioni i disoccupati ad ottobre 2013 in tutta l’area Ocse, 13,1 milioni in più rispetto a luglio 2008.

UE Nell’area dell’euro, il tasso di disoccupazione è sceso di 0,1 punti percentuali attestandosi al 12,1% a ottobre, il primo calo da febbraio 2011. Ciò ha rispecchiato principalmente un calo del tasso di disoccupazione in Francia per la prima volta dal marzo 2011 (0,2 punti percentuali al 10,9% ), mentre è rimasto invariato in Germania e in Italia, rispettivamente al 5,2% e al 12,5%.

Extra UE Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile anche in Giappone (al 4,0%) a ottobre ed è diminuito in Messico (0,1 punti percentuali al 4,9%). Negli Stati Uniti, il tasso di disoccupazione è aumentato (0,1 punti percentuali al 7,3 %), ma i dati più recenti mostrano una diminuzione a novembre 2013 (0,3 punti percentuali al 7,0%) , mentre è rimasta stabile in Canada nello stesso periodo (6,9%).

GIOVANI A ottobre, il tasso di disoccupazione Ocse per i giovani è rimasto invariato a un elevato 16,1%. Il tasso di disoccupazione giovanile ha raggiunto un nuovo picco nella zona euro (+0,1 punti percentuali al 24,4%) ed è rimasto a un livello elevato in Grecia (+0,3 punti percentuali, al 58,0% nel mese di agosto, l’ultimo mese disponibile), Spagna (+0,6 punti percentuali, al 57,4%), Italia (+0,7 punti percentuali al 41,2%), Portogallo (+0,3 punti percentuali, al 36,5%) e la Repubblica slovacca (+0,2 punti percentuali al 31,5%).
Fonte CGIA