MANERBA – Uno sguardo al futuro: tassazione ridotta e mutui estinti

0

Affezionato come sono alla politica di “piazza”, più sensata e meno astratta, dover scrivere bene della politica di “palazzo” mi fa quasi impressione. Ma quando ci vuole, ci vuole.

simoni
Il sindaco Paolo Simoni

Già encomiabile per alcune scelte di politica ambientale, dal bike sharing alla riserva naturale orientata, l’amministrazione guidata da Paolo Simoni s’è nuovamente distinta per la decisione di applicare la vecchia tassa rifiuti, cosiddetta TARSU, anche per l’anno 2013. L’incremento, per quanto contenuto, è stato inevitabile. Ma ciò ha consentito, sia pure momentaneamente, di contenere i folli aumenti impliciti nella TARES, lasciando a famiglie ed aziende almeno un po’ d’ossigeno.

E non è tutto. Contro la prassi consolidata di rimandare a fine mandato il grosso dei lavori pubblici, pratica che permette di ottenere un buon ritorno d’immagine e al contempo scaricare i costi sui successori, l’amministrazione ha pure deciso di estinguere anticipatamente ben cinque vecchi mutui, per una cifra totale di circa 500.000 euro.

Poiché per molti la campagna elettorale è già iniziata”  spiega Simoni “tale notevole importo poteva consentirci, in vista delle prossime elezioni, di gettare fumo negli occhi dell’elettorato, provvedendo per esempio ad asfaltare tutte le strade di Manerba. Ma questo non è il mio modo d’intendere la politica, in quanto ritengo che un sindaco debba essere un semplice amministratore pro-tempore della Comunità. Continuerò a svolgere tale ruolo fino all’ultimo giorno del mio mandato con la diligenza del buon padre di famiglia”.

Allentare il sempre più stringente cappio delle tasse vale ben il disagio di qualche tratto d’asfalto un po’ dissestato. Se non altro, sempre meglio far lavorare un carrozziere che Equitalia.