BRESCIA – Museo Santa Giulia: si parla della Post Modern Dance

0

Sabato 14 dicembre alle ore 11.30, presso il museo di Santa Giulia, all’interno della rassegna “Le storie della danza contemporanea”, ci sarà l’incontro “La Judson Church di New York, culla della post modern dance”, con Patrizia Veroli.

traditional_meets_thepostmodernNei primi anni ’60 la Judson Church, una chiesa sconsacrata nel cuore del Village newyorchese, è stata un laboratorio di sperimentazioni radicali che hanno investito tutte le arti, e la danza in particolare. In un momento in cui la modern dance esplorava i simbolismi della psiche, coreografi come Yvonne Rainer, Trisha Brown, Carolee Schneeman e Steve Paxton hanno creato modi di danzare nuovi, che hanno preso il nome di postmodern dance. L’incontro si soffermerà in particolare sulle figure di Trisha Brown e Steve Paxton, ideatore quest’ultimo di una tecnica ancora oggi diffusissima: la contact improvisation.

Patrizia Veroli è una storica della danza free lance. Autrice di vari volumi tra cui Milloss. Un maestro della coreografia tra espressionismo e classicità (1996), e Loie Fuller (2008). Ha curato diverse pubblicazioni e mostre, tra cui Five Hundred Years od Italian Dance, Highlights from the Cia Fornaroli Collection, alla New York Public Library ( 2006, con Lynn Garafola). E’ presidente di AIRDanza.