VALTROMPIA – Corridoio ecologico sul Mella, 2014 più “verde” in ciclabile

0

E’ stato presentato ieri in Comunità montana, a Gardone, il progetto “Sull’Asta del Mella” che prevede interventi di potenziamento e sviluppo di un corridoio ecologico fluviale sul fiume che scorre anche in Valtrompia. Si tratta di un progetto curato dall’ente montano con la collaborazione dei Comuni di Gardone e Sarezzo, presentato al Bando Cariplo “Realizzare la connessione ecologica – 2013”, un progetto del valore totale di 500 mila euro e che ha ottenuto dalla Fondazione un finanziamento a fondo perduto di 300 mila euro. L’intervento si svolgerà in sette azioni, dalla progettazione al monitoraggio finale, per tutelare e rafforzare la rete ecologica lungo il fiume, in particolare da Villa Carcina a Marcheno.

Corridoio MellaA questi si aggiunge anche la volontà di superare il ponte “nuovo” sulla Sp345, poco prima di Zanano di Sarezzo, che crea un ostacolo a chi deve muoversi sulla pista ciclabile verso l’alta valle. La prima azione sarà quella di rimettere gli habitat tipici del posto, tra il parco Rovedolo e la nuova area verde all’ex Dolomite, piccoli ambienti di isola fluviale e spazi simili vicini al torre Re a Gardone e sul Gobbia a Sarezzo. Il secondo intervento sarà quello di riqualificare le sponde del Mella in zona Rovedolo e favorire la crescita della vegetazione in altri posti specifici per rendere l’ambiente più naturale. L’operazione totale prevede anche la realizzazione e il potenziamento di nuove fasce ancora al Parco Rovedolo, Dolomite e Crocevia.

Ci sarà anche un intervento per costruire un percorso di attraversamento per mantenere la continuità sulla sponda sinistra, oggi compromesso proprio dal ponte. Infine, verrà realizzato un ambiente umido in località Gele, a Sarezzo, per ospitare specie vegetali e animali tipiche del contesto. I Comuni di Gardone e Sarezzo partecipano come enti finanziatori al progetto, contribuendo rispettivamente con 95 mila e 105 mila euro, mentre la Comunità montana curerà la progettazione, l’affidamento, la direzione dei lavori e la rendicontazione. “E’ un progetto importante che ci consente di completare la pista ciclopedonale senza ostacoli dall’alta valle fino a Concesio – dice il vicepresidente e assessore all’Ambiente dell’ente montano, Mauro Sigurtà – e per fare quella riqualificazione ecologica che il bando Cariplo mette tra le prime condizioni”.

Il progetto già c’è e all’inizio del prossimo anno saranno avviati i colloqui con i Comuni per avviare le trattative con i privati a cedere le sponde del fiume dove bisogna operare. Nella tarda primavera, poi, inizieranno i lavori e, secondo i tempi, entro il 2014 chi è appassionato di passeggiate e corse in bici potrà assaporare una nuova esperienza. “Per quanto riguarda Gardone, di fatto è la prosecuzione di un progetto che avevamo lanciato due legislature fa – ha commentato l’assessore Fausto Gamba – quindi siamo contenti di questa idea che conclude quanto noi avevamo iniziato”. Il sindaco di Sarezzo Massimo Ottelli ha, invece, parlato di “riqualificazione che riscopre il Mella non solo come lotta all’inquinamento, ma anche per valorizzare la bellezza ambientale intorno al paesaggio, con nuove specie animali”. Questa iniziativa si collega anche al “contratto del Mella” che alcuni fa era stato firmato per una serie di interventi a favore del corso valtrumplino del fiume.