BRESCIA – 200 studenti “orientati”. Ingegneri, assicuratori e ambiente i più richiesti

0

Favorire l’incontro tra scuola e imprese valorizzando non solo le conoscenze, ma anche l’insieme di competenze tanto importanti per i giovani che si apprestano a fare il loro ingresso nel mondo del lavoro. Di questo hanno parlato i responsabili dell’area Education dell’Associazione Industriale Bresciana ai circa 200 allievi di quinta dell’IIS Castelli-Moretto, riuniti ieri mattina nell’aula magna dell’istituto di via Cantore, in occasione dell’edizione 2013 di “Orientagiovani”.

Itis Castelli AibAl centro, i percorsi di formazione tecnica post diploma in grado offrire la giusta preparazione per un rapido passaggio dalla scuola al lavoro in azienda. L’incontro si è aperto con i saluti del dirigente scolastico, Luigi Guizzetti e della vice presidente di Aib all’Education, Paola Artioli, che ha presentato un’indagine del club dei 15 di Confindustria sui profili professionali più richiesti a medio termine. Secondo la ricerca, nel 2015 si registrerà un incremento del 12,5% della domanda di ingegneri, dell’11,2% di quella di professioni finanziarie e assicurative, mentre la richiesta di tecnici della sicurezza e della protezione dell’ambiente salirà dell’8,5%.

Giuseppe Taglietti e Claudia Cacciatore del Centro di formazione Aib hanno quindi passato in rassegna l’offerta formativa del Centro, in particolare i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts), mentre Laura Galliera, responsabile dell’area Education Aib, ha parlato dell’istruzione tecnica superiore e dell’innovativa proposta avanzata in Regione da Aib insieme alle territoriali di Milano e Bergamo, per sviluppare un percorso biennale di alta formazione in meccanica e meccatronica. Comune denominatore delle iniziative proposte è quello di affiancare all’apprendimento in aula una quota sempre maggiore di tempo destinato alla pratica in azienda.