BRESCIA – Scarica illegale da pc aziendale: no licenziamento

0

Il dipendente che installa un noto programma per condividere e scaricare illecitamente musica e film da internet sul computer aziendale non pu essere legittimamente licenziato dallazienda, qualora nelle regole di policy aziendale il provvedimento espulsivo sia solo una delle possibili conseguenze della condotta illecita del lavoratore. Inoltre, precisa la Corte di Cassazione nella Sentenza n. 26397 del 26 novembre 2013, laddebito contestato al lavoratore dallazienda troppo generico per poter valutare correttamente la gravit dei fatti contestati al dipendente, nonostante lattivit di peer to peer esponga il pc aziendale allaccesso dallesterno. Il licenziamento deve essere motivato dalla contestazione di fatti ed elementi, che consentano di valutare la gravit delle azioni poste in atto dal dipendente: in mancanza la sanzione deve essere conservativa.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Lavoro:

tel. 030/3745219 e-mail: area.lavoro@confartigianato.bs.it

Fonte Newsletter Confartigianato Brescia