GARDA – In crescita gli studenti dell’alberghiero: servono nuovi spazi

0

Continuano a crescere gli studenti che ogni anno decidono di iscriversi all’Istituto professionale alberghiero Caterina de’ Medici: nella sede principale di Gardone Riviera sono attive 19 classi, per un totale di 451 ragazzi, mentre nella sezione distaccata di Desenzano ci sono 606 studenti che occupano ben 24 aule. In sostanza, rispetto al 2009, si è registrata una crescita degli iscritti del 43% ed i corsi più gettonati, che riscuoto maggior successo, sono quelli di cucina, ricevimento e sala bar.

imagesSorgono quindi per la struttura scolastica problemi di spazi, sempre più stretti. La scorsa settimana in consiglio di istituto ha deciso di creare due tavoli di lavoro, uno per ogni struttura, ai quali sono stati invitati responsabili scolastici, amministratori comunali e amministratori provinciali. In particolare, si renderebbe necessario un ampliamento dell’edificio, al fine di creare nuovi spazi adeguati al numero degli iscritti. Il problema? Reperire i fondi necessari per i lavori, che sembrano mancare dalle casse dei Comuni dove la scuola ha le sue sedi. In mancanza di aule – e di fondi –, il dirigente dell’Istituto Matteo Dalla Torre, ventila la possibilità di ricorrere al doppio turno.

Per la struttura desenzanese, la prospettiva di un ampliamento sembra essere lontana nel tempo: il vicesindaco Rodolfo Bertoni preferisce procedere con prudenza e a Bresciaoggi ha dichiarato che il futuro dell’edificio dipende dal finanziamenti al momento incerti. Non così per Gardone Riviera:  l’amministrazione provinciale ha già inserito nel piano triennale il progetto di costruzione di un nuovo immobile, che sorgerà a fianco di quello attuale. Causa la presenza di amianto, quest’ultimo sarà interessato da lavori di bonifica. Tali lavori saranno possibili grazie al ricordo a finanziamenti erogati dalla Regione e dallo Stato centrale.