BRESCIA – “Brescia Corse” chiude il 2013 e premia i suoi campioni

0

La prestigiosa scuderia “Brescia Corse” ha concluso la stagione 2013 con la consueta premiazione dei migliori rappresentanti che sono stati presenti in 25 gare, aggiudicandosi 8 vittorie assolute e 6 podi. A cominciare dalla velocità, anima originaria della scuderia alla sua nascita, dove Bruno Ferrari, protagonista del Challenge Formule Storiche ha vinto a Monza, Imola, Varano, Misano, Le Castellet e ha conseguito un ottimo secondo posto a Digione nel Trofeo Fia Lurani di formula Junior.

Da sx: Valerio Bocelli, Ugo Gussalli Beretta e Donato Benetti
Da sx: Valerio Bocelli, Ugo Gussalli Beretta e Donato Benetti

Nella regolarità, Mauro Giansante è riuscito a infilare due vittorie e diversi podi. Una prestigiosa vittoria l’ha conquistata Maurizio Colpani al “Giro dei 7 Laghi”, mentre Massimo Bettinsoli è giunto secondo alla neonata “Coppa D’Annunzio”. “Come il 2012, anche il 2013 è stato per tutti un anno difficile – ha ricordato il presidente di Brescia Corse, Ugo Gussalli Beretta – la nostra azione di incentivare anche con aiuti economici chi partecipa attivamente alle gare, supportando i nostri equipaggi in vari modi, come bisarche per il trasporto delle vetture, iscrizioni cumulative, abbigliamento, è un segnale di grande impegno e di fiducia nell’ambiente automobilistico. L’obbiettivo è essere presenti in modo massiccio alle manifestazioni più importanti come Mille Miglia, Gran Premio Nuvolari, Targa Florio, Coppa d’Oro delle Dolomiti, Trofeo Aido, senza tralasciare le gare minori come propedeutiche per i giovani piloti che vorremmo avere occasione di incentivare”.

Molto applaudita è stata la generosità della socia Antonella Rebuffoni che ha donato alla scuderia una vettura per permettere ai giovani che non avessero la possibilità di provare a cimentarsi in questa disciplina. Per ogni scuderia è importante poi avere chi la supporta: a fianco dello storico marchio “Beretta”, troviamo la ditta Barozzi con il marchio Tag Heuer e i nuovi entrati Rubinetterie Bresciane Bonomi e Sifral. In un momento di festa, sono stati poi ricordati due momenti tristi che hanno colpito il sodalizio bresciano.

La scomparsa del consigliere Guido Foresti caduto in aereo a Los Roques a inizio 2013 con la moglie e la famiglia Missoni, e l’improvvisa scomparsa di un socio fondatore, Roberto Paletti. “Siamo già pronti – ha ricordato il segretario Donato Benetti – per la nuova stagione nel corso della quale ci prepariamo ad affrontare i numerosi impegni agonistici per tenere alto l’onore della nostra prestigiosa scuderia Brescia Corse. Nome che tutti ci invidiano per il glorioso passato sportivo che essa rappresenta e per il clima di amicizia e sportività che cerchiamo di diffondere nel rispetto della tradizione”.