LUMEZZANE – Botturi verso gli 8 mila di Dakar. “Voglio vincere in tre anni” (video)

0

E’ stata presentata al teatro Odeon di Lumezzane, gremito come nelle grandi occasioni, la nuova partecipazione alla Dakar 2014, la terza del pilota motociclistico Alessandro Botturi. Di tutte le edizioni, sarà quella più lunga, più dura e con altimetrie più alte da affrontare. Non solo un’avventura, ma una gara “diversa” che consuma mentalmente e di fatica. Della Dakar futura si comincia a parlare da febbraio, dopo qualche giorno dal ritorno a casa dall’edizione precedente.

BotturiIl pilota lumezzanese ha ottenuto alla sua prima partecipazione l’ottavo posto assoluto mentre nella seconda un guasto meccanico nell’ultima tappa gli ha impedito di puntare al podio, obiettivo che Botturi si è posto per il 2014. “Mi chiedono se ho raggiunto il mio sogno – ha detto Botturi, visibilmente emozionato di fronte al pubblico che l’ha sommerso di applausi.- L’obiettivo è di arrivare alla vittoria nei prossimi tre anni. Ho sempre corso tanti anni fuori casa e fare la presentazione della Dakar al mio paese dà i brividi. Questo mi fa dire già ora che non posso non dare gas”.

Per prepararsi al meglio, Botturi negli ultimi mesi ha partecipato al rally in Turchia, alla Sei giorni di enduro, a due rally in Marocco e l’ultimo allenamento sarà nella prima settimana di dicembre in Tunisia. “Con la nostra struttura della Speed Brain, daremo il massimo. Il team ha creduto in me, la moto è competitiva. Mi è stata offerta una grande occasione. Saranno gli altri che partiranno con pressione per fare il risultato. Sono certo però che dovranno sudare se vorranno starmi davanti”.

GUARDA IL VIDEO SULLA WEB TV

Gli “altri” sono i team ufficiali di Honda, KTM e Yamaha che il pilota lumezzanese ha già conosciuto negli anni scorsi e durante la presente stagione, precedendo i loro piloti in diverse occasioni. La Dakar 2014 ha un percorso diverso per auto e moto. Queste ultime dovranno affrontare due giorni in Bolivia, dove raggiungeranno le maggiori altezze altimetriche. Uno sforzo in più per i centauri. “Per questo sto facendo degli allenamenti sulle nostre montagne, Maniva e Guglielmo – ha ricordato Botturi.- Dedico molto tempo anche alla corsa a piedi. L’obiettivo è quello di raggiungere il peso forma al più presto”. I chilometri che lo aspettano sono molti: 8.734 di cui 5.228 km di prove speciali e 3.506 per i trasferimenti.