BRESCIA – 33enne picchia domestica, Polizia locale lo prende

2

Il 23 novembre scorso, il personale del Comando di Polizia Locale di Brescia è intervenuto per eseguire un provvedimento di T.S.O. a carico di un cittadino bresciano di 33 anni residente nella parte nord della città. Dopo aver assunto sostanze stupefacenti, ha ripetutamente colpito la domestica, tanto che i genitori hanno richiesto l’intervento della Polizia Locale.

Un agente, durante il tentativo di raggiungere il 33enne, è stato colpito all’addome da un coltello da cucina (con una lama lunga 30 cm), scagliato dal ragazzo  nel tentativo di sfuggire alla Polizia Locale. Fortunatamente il danno per il ferito è stato lieve grazie al giubbotto antiproiettile che indossava. E’ quindi intervenuto un secondo agente. Il ragazzo è stato immobilizzato e portato nel reparto di psichiatria dell’ospedale Civile per le cure del caso. E’ stato anche denunciato per il possesso dell’arma impropria e per il suo uso illegittimo.

2 Commenti

  1. Spett.le Redazione,
    scrivendo, come avete fatto sul titolo, solo la parola Polizia si pensa a quella di Stato, mentre è intervenuta la Polizia Locale, due strutture diverse.
    Per il rischio che ha corso il Collega e poliziotto locale, almeno “l’onore delle armi sul titolo !!”
    Grazie mille,
    Alessandro Marchetti
    Segretario Generale Aggiunto SULPL
    Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale

    • Gent.mo Sig. Marchetti,
      grazie a Lei per la segnalazione. Abbiamo già provveduto a rettificare il titolo, nella speranza di riconocere in tal modo il giusto onore al poliziotto intervenuto nell’operazione.

Comments are closed.