BRESCIA – “Il viaggio dipinto”: mostra sul paesaggio nel XIX e XX secolo

0

Si è aperta sabato 30 novembre, presso la sala dell’Affresco di Santa Giulia, la nuova mostra, promossa dai Civici Musei d’Arte e Storia, “Il viaggio dipinto”, dedicata al paesaggio rappresentato nel corso dell’Ottocento e Novecento.

download (16)L’esposizione, curata dal Elena Lucchesi Ragni e da Maurizio Mondini, presenta una sessantina di opere, provenienti dalle collezioni del musei, con tema principale il paesaggio, colto nelle sue varie sfumature da numerosi artisti che dipinsero all’inizio del XIX secolo, fino al primo Novecento.

La mostra si presenta divisa in quattro sezioni: la prima vede le opere di Luigi Basiletti, pittore di gusto classico, che dal 1803 al 1809 visitò Roma, Napoli, e Paestum; la seconda è dedicata ai lavori del veronese Giuseppe Canella, artista dall’animo romantico che imprime sulle sue tele le impressioni acquisite nei viaggi in Francia e Olanda, dove recepisce la precisione dettagliata della cultura fiamminga.

Nella terza troviamo i dipinti di Renica, allievo del Canella, che rappresenta i paesaggi orientali, visti nel viaggio del 1839, precisamente a Istanbul e al Cairo; mentre l’ultima sezione è riservata alle pitture del nostro territorio, dei nostri laghi, delle nostre montagne e colline, con artisti come Angelo Inganni, Renica, Arturo Bianchi e Faustino Joli. La rassegna si chiude con un’opera di Romolo Romani, caratterizzata da un potente cromatismo, atto a creare un paesaggio espressivo, non più vincolato al vero.

La mostra, visitabile con il biglietto del museo, nel mese di dicembre, il sabato e la domenica, per i residenti a Brescia e provincia è gratuita.