LUMEZZANE – Test finiti per Zanetti. Adesso un mese e mezzo di vacanza

0

Lorenzo Zanetti ha concluso i test previsti dal Pata Honda World Supersport team in Spagna, prima sul circuito di Aragon e poi su quello di Jerez de la Frontera. “Sono contento dei due test effettuati – dice il biker valgobbino – abbiamo provato differenti soluzioni per la frizione e per il motore. Abbiamo lavorato molto anche sul settaggio della moto. In entrambe le prove ho migliorato il mio tempo di qualificazione delle gare di quest’anno, ma soprattutto ho trovato un passo gara che mi avrebbe potuto far ottenere il podio in entrambe le gare. Sono molto fiducioso per la prossima stagione”.

Test di Zanetti ad Aragon (Spa)
Test di Zanetti ad Aragon (Spa)

Il problema maggiore della Honda, che nella categoria Supersport deve essere il più vicino possibile alla moto di serie, è certamente l’erogazione della potenza con un acceleratore classico e non controllato dall’elettronica come invece hanno Yamaha, Kawasaki e Mv Agusta, quest’ultima costruita quest’anno. La Honda ha sondato però il terreno con la federazione mondiale motociclistica sulla possibilità di applicare alla moto una sorta di acceleratore elettronico.

“Noi abbiamo lavorato come se questo aiutino non arrivasse – continua Zanetti – ora i test sono sospesi per 45 giorni fino al 15-16 e 17 gennaio a Portimao in Portogallo. Se potremo utilizzare l’elettronica, la proveremo nei test pre campionato. Per me la prossima stagione sarà la prima in assoluto con lo stesso team, moto e categoria. Ho grande serenità per il lavoro invernale che non avevo mai fatto prima. Il team Ten Kate è composto da tecnici giovani che mi hanno messo subito a mio agio. Il mio compagno di squadra è molto forte e quest’anno abbiamo fatto il quarto e quinto assoluto nel mondiale. Spero che nel 2014 si invertano le posizioni e soprattutto di essere nei primi tre”.

Per Zanetti l’inizio di dicembre prevede l’8, in provincia di Viterbo, un incontro con tanti altri piloti che si sfideranno con il go kart e le minimoto GP, in una manifestazione per ricordare lo sfortunato pilota perugino Andrea Antonelli, tragicamente scomparso durante il GP di Russia, in un incidente dove proprio Zanetti è stato incolpevole protagonista. Poi dal 10 al 12 dicembre la Honda ha organizzato per i suoi piloti due giorni di test medici e fisici nel centro medico di proprietà in Gran Bretagna. Infine, prima delle ferie meritate, una visita a Teletutto, sabato 14 durante la trasmissione “Tutti in Campo”, per raccontare la stagione, aneddoti e aspettative per la prossima stagione.