LUMEZZANE – Un imperatore in Avogadro. Torna la Torre delle Favole

0

Con “I vestiti nuovi dell’imperatore” torna anche quest’anno a Lumezzane “La Torre delle Favole” ideata da Sonia Mangoni e Laura Staffoni, giunta all’11a edizione e che sarà allestita dal 30 novembre al 9 marzo. L’inaugurazione si terrà oggi pomeriggio alle ore 16 in Torre Avogadro alla presenza del sindaco Silverio Vivenzi e dell’assessore alla Cultura Lucio Facchinetti. La manifestazione è promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane con il sostegno di Fondazione della Comunità Bresciana Onlus e Fondazione Asm Gruppo A2A. Il progetto 2013-14 presenta l’opera di Arianna Papini, pluripremiata artista fiorentina (premi Andersen e Compostela) che ha realizzato illustrazioni magnifiche partendo da una lettura personalissima e innovativa (pur attenendosi al testo originale) della fiaba di Andersen. A cominciare dalla figura del protagonista. “Ho immaginato un imperatore, l’ho immaginato molto giovane, come lo erano i re e gli imperatori in antichità. Avvolto da un senso di solitudine e bellezza, silenzio pregnante e presenza estetica. Un ragazzo investito di un ruolo più grande di lui, che compra stoffe e prova abiti in maniera compulsiva”. Scelte cromatiche raffinate, segno essenziale ed elegante, sfondi dai colori pieni e compatti contraddistinguono il lavoro.

Torre Avogadro topIn una ricchezza di particolari ad effetto quasi tridimensionale risaltano gli abiti e le stoffe. I personaggi stilizzati sono caratterizzati con pochi tocchi sapienti. E ovunque compaiono gli animali: pesci, uccelli, gatti, leoni ed elefanti. “Li vedrei come l’alterego degli uomini, la parte istintuale, nascosta ma sempre presente in ognuno di noi, la voce dell’innocenza, quella che fa gridare il bambino, ma dovrebbe far urlare tutti: il re è nudo!”. Curiosa e ricca di valenze simboliche è la raffigurazione di un piccolo camaleonte, che vive quasi in simbiosi con il giovane sovrano e si trasforma adattando la sua pelle agli abiti del padroncino. L’allestimento è affidato a Sara Poli, regista bresciana da sempre nella squadra di lavoro della Torre delle Favole, che con “Cappuccetti Rossi” è stata artefice (insieme a Gabriella Goffi) della prima edizione, nel 2003. Sua è la creazione di un percorso drammaturgico e scenografico che dalla Sala degli Specchi porta alle Stanze Magiche, spazi multimediali interattivi dove le illustrazioni si animano con il movimento e si intrecciano alla narrazione teatrale. Alla realizzazione dell’allestimento hanno collaborato Sebastiano Barbieri, Corrado Galli, Laura Mantovi e Sara Trevisan, senza dimenticare l’apporto consolidato degli Amici dell’Arte di Lumezzane: Rosangela Zipponi, William Vezzoli e Giuliano Ghidinelli.

Sotto la guida registica di Sara Poli, gli animatori attori Michele d’Aquila, Davide Di Maria, Manuela Misiti, Anna Palladino, Marco G. Palladino e Mirella Prandelli sono pronti ad alternarsi nell’accompagnare i bambini a vivere in prima persona i momenti salienti della fiaba. Le visite teatralizzate sono in programma dal lunedì al sabato per le scuole (dell’infanzia e primarie) e per tutti i visitatori la domenica (fino a esaurimento dei posti disponibili, si consiglia la prenotazione). Oltre all’allestimento della fiaba vera e propria, un ampio spazio è riservato alla Biblioteca delle Favole. La mostra bibliografica è divisa in due sezioni, con la produzione editoriale completa di Arianna Papini e una selezione tematica. Dopo il 9 marzo la Biblioteca delle Favole diventerà, come ogni anno, itinerante e circuiterà in nove comuni del territorio. La mostra è curata dal Sibca Sistema Integrato della Valtrompia, Cooperativa Colibrì, Biblioteca Civica “Felice Saleri” di Lumezzane, Marta Bricco e Luigi Paladin. Al piano terra, dove sono esposte le tavole originali, un grande tappeto con il Gioco del Camaleonte accoglie i visitatori. Si tratta di una rivisitazione del Gioco dell’Oca. “Ne ho fatto un Gioco del Camaleonte – afferma Arianna Papini – perché quello è l’animaletto adorato dall’imperatore, sempre in tinta e coordinato con i suoi abiti. Per me è stato uno spunto, una possibilità in più di condividere con i bambini questi temi così importanti e attuali quali l’apparire e l’essere, l’estetica come messaggio tutt’altro che superficiale e molto altro…”.

GUARDA IL PROMO DELLA MOSTRA

“I vestiti nuovi dell’imperatore” di Hans Christian Andersen con le illustrazioni di Arianna Papini (e con la riproduzione del Gioco del Camaleonte e le sue regole) è in vendita al bookshop. Il nuovo libro va ad aggiungersi agli altri pubblicati di anno in anno nella collana creata da Edizioni Nuages per la Torre delle Favole, da “Hansel e Gretel” di Nicoletta Costa a “Peter Pan” di Emanuele Luzzati. Tra gli appuntamenti collaterali, letture, incontri, laboratori per adulti e bambini a cura della biblioteca “Felice Saleri” sono in programma tutti i sabati dall’11 gennaio all’8 marzo dalle ore 15 alle 17. Le letture e gli incontri sono a ingresso libero, per i laboratori è invece necessaria l’iscrizione (la quota è di 5 euro). Il primo appuntamento, sabato 11 gennaio, è con Sabrina Baglioni, avvocato penalista e scrittrice, autrice del racconto “L’albero della giustizia”. Al planetario di via Mazzini, inoltre, si ripropongono “Le favole del cielo”, domeniche per le famiglie con il Centro Studi e Ricerche Serafino Zani e l’Unione Astrofili Bresciani. Migliaia di alunni e gruppi familiari visitano ogni anno “La Torre delle Favole”, assestata da tempo intorno alle 12 mila presenze per ogni edizione, con oltre 300 visite teatralizzate.

In 10 anni la manifestazione ha coinvolto 100 mila persone, in Torre Avogadro (70 mila presenze) e alle varie iniziative collegate (24 mila partecipanti a laboratori, letture, spettacoli, mostre bibliografiche), e con gli allestimenti in altre sedi (Desenzano, Gussago, Noale e Fossano, per un totale di 6 mila presenze). Per questa edizione si sono finora accreditate 78 scuole provenienti da 41 comuni, per un totale di 4.562 bambini (dati raccolti martedì 26 novembre). Alle scuole di Lumezzane e dei comuni limitrofi (Sarezzo, Nave, Gardone, Villa Carcina, Concesio e Ospitaletto) si sommano le presenze da Brescia e da tutto il territorio provinciale: dal Sebino al Garda e Valsabbia (Sale Marasino, Clusane, Roè Volciano, Vobarno, Vestone, Agnosine e Toscolano Maderno), alla Franciacorta (Cellatica, Rodengo Saiano e Gussago), alla Bassa bresciana (Flero, Ghedi, Chiari e Manerbio). L’ingresso alla Torre delle Favole è gratuito. Per partecipare alle visite teatralizzate domenicali e festive è richiesto l’acquisto del libro (15 euro) per ogni gruppo di prenotazione (massimo 6 persone). Per informazioni si può contattare l’Ufficio Cultura allo 030.8929251.

PROGRAMMA DELLA TORRE DELLE FAVOLE