TRENTO – Le Torri di Madonna Bianca: futura agorà di un quartiere in continua evoluzione

0

Il progetto di restyling delle “Torri”: un connubio fra riqualificazione urbana, sostenibilità ambientale, risparmio energetico e convivenza interculturale, è il convegno che si terrà giovedì 28 novembre in Regione a partire dalle 14. Sarà presentata alla cittadinanza un’indagine a tutto tondo di uno dei quartieri storici della città di Trento che è ormai entrato negli “anta”. Itea Spa assieme a Università di Trento, Comune e Provincia, ha tirato le fila di un complesso percorso di studio ed analisi dell’area fino al confezionamento di un masterplan contenente linee guida e nuove pratiche per la riqualificazione del rione.

36059428Il restyling delle Torri di Madonna Bianca: un origami di infinite sfaccettature progettuali per un disegno globale di riqualificazione urbano ed ambientale. Questa in sintesi la mission del Tavolo di lavoro condotto da Itea Spa in sinergia con Università, Comune e Provincia per una lettura attuale del quartiere e uno sguardo sulle politiche d’intervento per il social housing. L’evento sarà aperto giovedì 28 novembre 2013, ore 14, nella Sala di Rappresentanza del Palazzo della Regione (piazza Dante, 16), dai saluti iniziali della presidente Itea Aida Ruffini con la consigliera di amministrazione Michela Chiogna, dagli interventi dell’assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, del sindaco Alessandro Andreatta e del vicesindaco Paolo Biasioli e, in rappresentanza dell’Università di Trento, saranno presenti i professori Giorgio Cacciaguerra e Claudia Battaino. Il convegno sarà seguito da una conferenza stampa ad ore 16.40 e dall’inaugurazione della mostra “Progetto Torri” che racconta attraverso un percorso metodologico e progettuale il lavoro svolto da Itea con l’Università ed è arricchita da una mostra fotografica sul rione con l’esposizione degli scatti dei vincitori del concorso bandito da Itea “Il mio quartiere” (si ringrazia il SAIT – Consorzio delle Cooperative di Consumo Trentine – per la collaborazione), del fotografo professionista Luca Chistè e dell’Istituto Pavoniano Artigianelli.

Un approccio scientifico al tema che, traendo ispirazione progettuale dal programma RI.U.SO. Rigenerazione Urbana Sostenibile, offrirà ai presenti ipotesi d’intervento che toccheranno diversi ambiti: l’integrazione sociale, la fruibilità dell’area, la sicurezza ed il verde. Il progetto di masterplan illustrato, fondato sulla valorizzazione degli elementi qualificanti il quartiere e la sua architettura, indica gli elementi necessari alla riqualificazione legati all’aumento dei servizi e delle attrezzature, al miglioramento dell’utilizzo degli spazi aperti pubblici, al potenziamento degli attraversamenti del rione, alla dotazione di servizi comuni alla base delle torri e alla riqualificazione dei margini dell’area a contatto con la viabilità. Sarà inoltre trattata la riqualificazione architettonica degli edifici delle Torri attraverso fonti energetiche alternative e progettazioni con materiali ecocompatibili.