ISEO – Coppia condannata: utero in affitto in Ucraina

0

La vicenda che ha visto protagonista la coppia di Iseo, accusata di alterazione di stato civile, si è conclusa.
La coppia in questione, presunti genitori  di due gemelli nati il 23 maggio 2011 a Kiev in Ucraina, è stata  condannata a cinque anni e un mese.

Gli esami del dna hanno evidenziato che I bambini sono I figli naturali del padre ma non della madre. Sono nati tramite fecondazione eterologa, vietata in Italia, il seme del padre è stato impiantato nell’ovulo di una donatrice ucraina che ha portato a termine la gravidanza.tribunal

Contro gli imputati c’erano varie accuse e indizi. La donna aveva affermato di essere la madre naturale, di averli partoriti in Ucraina ma aveva ammesso di inon ricordare il nome dell’ospedale, un sms della donna al marito in cui gli diceva di aver comprato una pancia finta in internet, inoltre, la donna aveva chiesto l’aspettativa al lavoro e non la maternità.

L’accusa è convinta che ci sia un’organizzazione che fornisce pance finte e contatti in Ucraina, esiste inoltre una testimonianza di un medico in pensione che ha raccontatao che la coppia gli aveva chiesto di realizzare sul corpo della donna delle ferite compatibili con un parto cesareo.

Le indagini fatte da un medico legale sul corpo della donna non sono state in grado di dimostrare  la natura delle cicatrici.
Dato che sono figli del padre della coppia restano comunque affidati a loro, ma civilmente la donna non è nessuno per I bambini.