BRESCIA – Spending review: arrivano tagli alla sanità da 1,5 mld di euro

0

Dopo aver incassato il parere negativo da Bruxelles sulla nuova Finanziaria, per il Governo riparte la ricerca di fondi. Carlo Cottarelli, commissario della spending review, ha già pronto un piano di riduzione della spesa pubblica che entrerà subito in azione. In questo modo si conta di recuperare 2-3 mld di euro immediatamente e il settore dal quale si può 1cominciare è la Sanità: la previsione è arrivare a 1-1,5 mld di tagli nel 2014, tanto per cominciare.

Nei prossimi giorni, il Comitato interministeriale esaminerà il documento programmatico inviato nei giorni scorsi a palazzo Chigi dal commissario Cottarelli, All’interno del documento sono indicate le linee guida attorno alle quali far convergere interventi strutturali di riduzione della spesa, con un perimetro che riguarda l’intera amministrazione pubblica.

La carta che il ministro dell’Economia Saccomanni potrà giocarsi già alla riunione dell’Eurogruppo di venerdì è la realizzazione nel 2014 di risparmi da 1,5 mld contro i 600 mln prudenzialmente cifrati nella legge di Stabilità. E non è escluso che l’asticella dei tagli, fino al 2015, possa salire ancora. Insomma, si raschia il fondo e a rimpolpare le casse dello Stato, arriva pure il super-acconto dei contribuenti. Il Fisco bussa alla porta di venti milioni di cittadini: un esercito che entro i prossimi 15 giorni (entro il 2 dicembre) tra Irpef, Irap e Ires farà confluire 34 mld di euro nelle tasche del Tesoro.
Fonte: CGIA