LODRINO – “Il dono è vita”, premiati gli studenti insieme con l’Aido

0

Nel teatro parrocchiale di Lodrino si è concluso venerdì scorso, davanti a un pubblico numeroso, il concorso “Il DONO è VITA” proposto ai ragazzi di quinta elementare e seconda e terza media media durante la presentazione fatta nella scuola sabato 5 ottobre. La selezione degli elaborati è stata impegnativa ed è stato difficile fare la graduatoria per la giuria vista la qualità di molti dei lavori. La serata è stata introdotta dalla vicepresidente provinciale dell’Aido Rosaria Prandini, moderatrice e membro della giuria, con Paola Terenghi medico rianimatore della Prima rianimazione agli Spedali Civili di Brescia e responsabile prelievi di organi.

Serata Aido LodrinoE’ intervenuto anche Maurizio Ronconi, responsabile del reparto Chirurgia dell’ospedale di Gardone Valtrompia ed esperto di chirurgia laparoscopica mini-invasiva, che ha spiegato l’aspetto tecnico e le statistiche dei trapianti. Infine la giovanissima Nicla, accompagnata dai genitori, narrando le sue vicissitudini che, a causa della fibrosi cistica, l’avevano portata a subire il trapianto dei polmoni.

Giunti al momento delle premiazioni, sono stati chiamati sul palco i vincitori dei disegni delle elementari che hanno ricevuto un libro e una chiavetta usb: 1° Benedetta Diodati, 2° Giovanni Zanola, 3° Anita Bettinsoli e altri sei ragazzi sono stati segnalati e premiati con un libro e una penna. Per le medie, sempre per i disegni, hanno vinto: 1° Anna Zubani premiata con un e-book reader, 2° Debora Ghisla che ha vinto un hard-disk da 1 terab esterno, 3° Sara Trappa che ha ricevuto una chiavetta usb da 32 Gb e altri sei ragazzi sono stati segnalati con un libro e una penna.

E’ stata inoltre fatta una menzione speciale per Ilaria Bettinsoli che vede premiato con una chiavetta e un libro il suo scritto da lei letto sul palco. I lavori vincitori del concorso verranno inoltre inseriti nel diario scolastico dell’anno 2014-15. Dopo un intervento del presidente della Comunità montana della Valtrompia Bruno Bettinsoli e del sindaco Iside Bettinsoli, il commento conclusivo è stato fatto dal presidente provinciale dell’Aido Lino Lovo che ha auspicato una rapida approvazione dei decreti attuativi che permetteranno l’adesione all’Aido in Comune, al momento della richiesta della Carta d’identità.

Il progetto ha coinvolto il dirigente scolastico Valentino Maffina, le referenti Paola Micheli e Serenella D’Antona e altre docenti per informare su temi esclusi dai programmi scolastici. Presente anche l’assessore alla Cultura della Comunità montana Sandra Gelsomini.