BRESCIA – Le farmacie bresciane: un punto di riferimento per i celiaci

0

“La farmacia il punto di riferimento per il celiaco”. È lo slogan con il quale Federfarma Brescia, l’associazione dei titolari di farmacia della nostra provincia, ha deciso di scendere in campo per promuovere i servizi e i prodotti che chi è affetto da questa malattia può trovare all’interno di un presidio farmaceutico: informazioni, supporto nelle scelte, autoanalisi, alimenti e integratori.

imagesPer marcare ulteriormente una presenza al servizio di questa tipologia di utenti, Federfarma Brescia ha scelto quest’anno di partecipare al Gluten Free expo con uno stand, l’8A, nel quale, da oggi al 18 novembre, i farmacisti bresciani si metteranno a disposizione dei visitatori per dare informazioni e indirizzarli nelle loro scelte. Ma c’è di più. In collaborazione con Aic, Associazione italiana celiachia, ha organizzato un convegno in programma domenica 17 alle 14.30 nella sala conferenze della Fiera di Brescia. “La salute del celiaco: un bene da tutelare” questo il tema dell’incontro cui parteciperanno non solo i farmacisti bresciani esperti del settore, ma anche il primario di Gastroenterologia degli Spedali Civili di Brescia, Alberto Lanzini, insieme ad alcuni suoi collaboratori, per parlare di come cambia il metabolismo dei celiaci e di come mangiano i celiaci bresciani. In particolare, poi, il farmacista Giovanni Broggi, esperto celiachia di Federfarma Brescia, illustrerà i nuovi orizzonti della celiachia in farmacia.

“Il mondo dei pazienti celiaci, come quello degli intolleranti alimentari, sta crescendo sempre di più, così come, in parallelo, i servizi e i prodotti a loro dedicati – afferma la presidente di Federfarma Brescia Clara Mottinelli -. Non é un problema di moda o di stile di vita: la celiachia è a tutti gli effetti una patologia e come tale va trattata. Il nostro ruolo di farmacisti territoriali può dare molto a questo tipo di utenti che, per la grande maggioranza, tiene a considerarsi non persona malata, bensì attenta all’alimentazione. Il farmacista, per la presenza capillare in ogni comunità anche piccola, è spesso il primo professionista sanitario che può e deve dare un supporto di consulenza e aiuto mirato ai celiaci e agli intolleranti alimentari”.

Quello che Federfarma Brescia tiene a rimarcare è il fatto che il compito del farmacista va ben oltre la semplice vendita di un alimento “speciale”, ma il professionista dietro il banco deve essere in primis “il garante del prodotto che sceglie per quel tipo di utente e colui che orienta il celiaco nell’integrazione alimentare, per preservare il suo stato di salute e per facilitare l’assorbimento dei nutrienti”. Insomma, le farmacie bresciane garantiscono la sicurezza degli alimenti, una scelta ampia e aggionata dei prodotti – non legata alla necessità di spingere un solo marchio – e un attezione speciale alle esigenze del singolo. È per questo che c’è un sottotitolo alla campagnadi Federfarma Brescia, che recita “Scegli il benessere, vai in farmacia”, a significare quanto il farmacista sia in rado di supportare con consigli e servizi il celiaco che vuole mantenere o migliorare il proprio stato di salute e di benessere.