BRESCIA – Carrozzieri, associazioni vs assicurazioni: “Autisti liberi di scegliere”

0

Le associazioni di categoria in rappresentanza e in difesa dei carrozzieri sono uniti contro quella che definiscono la “rete fiduciaria gestita dalle compagnie assicurative” e che rappresenta – dicono – un palese conflitto di interesse che rischia di drogare e danneggiare il mercato della riparazione. Le associazioni di categoria bresciane tutte insieme non solo per tutelare le realtà artigiane, ma anche il consumatore finale, spesso ignaro dei diritti legittimi che gli spettano.

CarrozziereLa libertà di scelta da parte dell’automobilista danneggiato è un diritto. Le compagnie di assicurazione invece vogliono decidere chi dovrà riparare il veicolo danneggiato e come, indipendentemente dalla volontà dell’assicurato. Gli automobilisti infatti, sono lasciati in balia delle compagnie assicuratrici a causa dell’inesistente o scorretta informazione fornita dalle stesse.

Sono molti i danneggiati che si lamentano di essere stati “obbligati” a recarsi nelle strutture convenzionate. Pena, il non completo risarcimento dei danni e ritardo nei pagamenti. Le associazioni sono nettamente contrarie alla formula del risarcimento in “forma specifica” che alimenta la concorrenza sleale e inficia la riparazione effettuata “a regola d’arte” con conseguenze devastanti in tema di sicurezza stradale e della libertà di scelta del cittadino danneggiato.

Per farlo hanno coinvolto direttamente i parlamentari bresciani ai quali hanno scritto e chiesto di farsi portavoce al Ministero dello Sviluppo economico perché non vengano attuate proposte che limitino o addirittura neghino la possibilità di ricorrere all’istituto della “cessione del credito” nel settore Rc auto e alla scelta del carrozziere a seguito di un danneggiamento.