BOVEZZO – “Valjean” torna in Lombardia. In finale ai Musical Award

0

Sabato 16 novembre il musical “Valjean” torna in Lombardia e sarà al Palazzetto di Bovezzo, in via Paolo VI 4, con inizio alle ore 21,15.
E’ stato definito uno spettacolo imperdibile, unico nel suo genere in Italia. Totalmente originale anche nelle musiche, forgiato sullo stile delle produzioni “off” internazionali (Broadway, West End, Avignone), ha stupito pubblico e critica ottenendo recensioni entusiastiche nelle sue prime 44 repliche in tutta Italia. Oggi è in finale come Miglior Spettacolo Off ai Musical Award 2013, oltre al giudizio della giuria tecnica, che sarà fondamentale, anche il pubblico può votare (la serata di premiazione sarà il 20 gennaio al Teatro Dal Verme di Milano, in concomitanza con la serata di Gala del Premio Etta Limiti Musical 2013, e a condurre sarà Paolo Limiti).

Valjean BovezzoLa trama è stata costruita grazie al duro lavoro e alla passione dei tre autori, Fulvio Crivello (il regista), Fabrizio Rizzolo (protagonista in scena nei panni proprio di Valjean) e Sandro Cuccuini (protagonista al pianoforte). Il musical è liberamente ispirato alla storia de “I Miserabili” di Victor Hugo. Jean Valjean, un detenuto condannato ai lavori forzati per aver rubato un pane, viene coinvolto in una rissa e in un tentativo di evasione. Nonostante abbia la possibilità di fuggire, Valjean decide invece di aiutare un secondino in pericolo. La Commissione disciplinare gli concede la grazia che gli permette di essere finalmente libero. Ma l’ispettore Javert, capo del carcere di Tolone, sostiene che Valjean non sarà mai un uomo libero, perché chi è stato un forzato non si libera mai realmente delle catene e rimane un numero: in questo caso il prigioniero 9430.

L’uomo, secondo Javert, è segnato: è una pianta che se nasce da un seme malato, tale rimane. E tornerà a delinquere. Da questo momento per Valjean, abbruttito dall’esperienza del carcere, rifiutato da tutti e senza amici, inizia una lotta all’ultimo respiro per sopravvivere, cambiare il proprio destino, e dimostrare di essere ancora un uomo. La storia è di quelle che ti toccano dentro, regalando un vortice di emozioni che si inseguono durante la rappresentazione: la curiosità, la gioia, la sofferenza, la commozione, la rabbia, la sorpresa, il dolore e, soprattutto, l’amore, quello che va oltre, quello che ti fa sacrificare tutto, anche la vita. E per tutto il tempo la musica, suonata dal vivo dal Maestro Cuccuini su un pianoforte posizionato sul palco, accompagna le avventure di un intenso Jean Valjean e dei tanti personaggi che con lui intrecciano le proprie esistenze e il proprio destino.

“Valjean è la storia di una rivalsa, un riscatto, ma soprattutto Valjean è la storia di un uomo che alla fine riesce a far fronte al suo destino – dice il regista Fulvio Crivello.- Siamo felici di poter portare in scena Valjean a Bovezzo, e ci auguriamo che sia una grande replica”. “Portare in scena un personaggio come Jean Valjean è una meravigliosa sfida ad ogni singola replica – afferma Fabrizio Rizzolo.- Sarò qui, con tutto il cuore, a raccontare questa straordinaria storia così attuale ed emozionante al pubblico di Bovezzo, che sono sicuro risponderà alla grande”. “Poter portare nella terra che da qualche anno mi ha adottato il “mio” musical, accresce ancora di più il senso di gratitudine che ho per questa splendida gente – dichiara il maestro Sandro Cuccuini.- Sono sicuro sarà una spettacolare ed emozionante replica di Valjean”.  Fanno parte del cast Fabrizio Rizzolo, Isabella Tabarini, Sebastiano Di Bella, Susi Amerio, Giorgio Menicacci e Diego Michel, al pianoforte il maestro Sandro Cuccuini, realizzazione scene di Eleonora Rasetto, costumi di Augusta Tibaldeschi e Alice Delfino e la regia di Fulvio Crivello. Il costo dei biglietti è di 15 euro intero e ridotto 10.